Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Minacce ai tifosi della Juve, per un anno dovrà presentarsi in commissariato durante partite

Le indagini erano state avviate dopo una denuncia delle parti offese al commissariato della polizia di Stato di Leonforte. Il Questore di Enna ha trasmesso al suo collega di Catania, competente per territorio, i documenti per l'adozione del Daspo

Durante la gara con la Juventus del 23 marzo scorso allo stadio Massimino avrebbe minacciato dei giovanissimi tifosi bianconeri, intimando loro di smetterla di sostenere la squadra ospite o sarebbero stati vittima di ritorsioni. Protagonista della vicenda un supporter del Catania, residente a Assoro, nell'Ennese, che è stato sottoposto a tre anni di Daspo. Il provvedimento è stato notificato dalla Questura di Enna.

Le indagini erano state avviate dopo una denuncia delle parti offese al commissariato della polizia di Stato di Leonforte. Il Questore di Enna ha trasmesso al suo collega di Catania, competente per territorio, i documenti per l'adozione del Daspo che è stato comminato al tifoso per tre anni.

Per un anno il sostenitore del Catania dovra' inoltre presentarsi nella sede del commissariato di Leonforte al 10' minuto e al 40' minuto di ogni tempo di tutti gli incontri casalinghi disputati dal Catania. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce ai tifosi della Juve, per un anno dovrà presentarsi in commissariato durante partite

CataniaToday è in caricamento