Minaccia l'ex fidanzata e la madre, arrestato catanese violento

E' andato sotto casa delle donne con una spranga di ferro, staccando il contatore dell’energia elettrica e minacciandole

I carabinieri di piazza Verga hanno arrestato un pregiudicato catanese di 30 anni che perseguitava la sua ex, minacciando di morte anche la madre. La fine del fidanzamento – durato circa due anni - avvenuta per le condotte violente assunte dall’uomo nei confronti della vittima, una donna di vent’anni più grande di cui si era perdutamente innamorato, aveva generato una tale rabbia sfociata in pedinamenti, appostamenti sotto casa, minacce telefoniche, estese anche all’anziana madre della ex. Arrestato, condannato e posto ai domiciliari dopo le denunce delle vittime e le indagini dei carabinieri, è più volte evaso e mantenendo un atteggiamento pericoloso per l’incolumità delle due poverette. Lo scorso due maggio si è ripresentato sotto casa delle donne con una spranga di ferro, ne ha violato il domicilio introducendosi nella palazzina, staccando il contatore dell’energia elettrica e salendo fino all’abitazione per tentare di sfondare la porta a spallate. E' stato fortunatamente arrestato dai carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento