Modifica la multa per salvare un amico ma l'auto è del procuratore Zuccaro

Il magistrato ha contestato la multa, visto che la vettura era ferma da tempo, ed è nata un'inchiesta che ha portato al rinvio a giudizio per falso e abuso di potere dell'agente della polizia municipale

Per togliere la multa alla nipote di un collega, un vigile urbano di Catania avrebbe cambiato il numero di targa della vettura sul verbale. Ma è stato più che sfortunato perché quella segnata, a cui si riferiva la contestazione ‘taroccata’, era l’auto privata dell’allora procuratore aggiunto di Catania, adesso a capo dell’ufficio, Carmelo Zuccaro.

Il magistrato ha contestato la multa, visto che la vettura era ferma da tempo, ed è nata un’inchiesta che ha portato al rinvio a giudizio per falso e abuso di potere dell’agente della polizia municipale che è sotto processo a Messina, dove gli atti sono stati trasferiti per legittima suspicione. L’episodio, avvenuto due anni fa, è stato ricostruito dal sito Livesicilia ed è stato confermato all’Ansa dallo stesso procuratore capo di Catania, Carmelo Zuccaro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento