Cronaca

La nave Gregoretti, con 135 migranti a bordo, lascia il porto di Catania

L'imbarcazione della Guardia Costiera si è diretta verso il porto di Augusta ma dal Viminale nessuna autorizzazione allo sbarco

La nave della Guardia costiera Gregoretti durante la notte ha lasciato la rada di Catania per dirigersi ad Augusta dove ha ormeggiato.

Al momento i migranti a bordo non hanno l'autorizzazione per poter scendere. Ieri sera, a Catania, sono stati fatti scendere per motivi di salute una donna all'ottavo mese di gravidanza insieme al nucleo familiare composto da marito e due figli piccoli. La signora è stata fatta scendere dopo una visita.

Sulla nave Gregoretti ci sono i migranti che erano stati soccorsi nei giorni scorsi in acque Sar maltesi da unpeschereccio italiano e da uno tunisino e poi trasferiti tutti sull'unita' militare.

"Un altro giorno ancora, per l'equipaggio e i naufraghi a bordo, in attesa di sbarcare dalla Nave Gregoretti. Una situazione insostenibile: un ministro dell'interno che sequestra un equipaggio delle forze armate del nostro Paese. Una situazione assurda ed inumana ".

Con queste parole Nicola Fratoianni di Sinistra Italiana ha commentato il mancato sbarco dei migranti a Catania.

"Il Presidente del Consiglio Conte - prosegue l'esponente della sinistra - è forse in vacanza? Perché non agisce? Le più alte cariche dello Stato non hanno nulla da dire su questa vicenda? Capisco che Salvini pur di far dimenticare gli affari moscoviti, evochi la pena di morte, ispiri istinti razzisti, continui a giocare sulla pelle di 135 naufraghi e dei militari della Guardia Costiera. Ma tutto ha un limite, persino l'indecenza di un ministro. L'Italia faccia attraccare subito al porto una nave della propria marina militare".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La nave Gregoretti, con 135 migranti a bordo, lascia il porto di Catania

CataniaToday è in caricamento