Nesima, la sua abitazione come sede di una fiorente attività di spaccio: arrestato

E' ritenuto responsabile dei reati di spaccio di cocaina e violazione degli obblighi inerenti la misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale. Con queste accuse è stato arrestato dalla polizia Roberto Zappalà

E' ritenuto responsabile dei reati di spaccio di cocaina e violazione degli obblighi inerenti la misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale. Con queste accuse è stato arrestato dalla polizia Roberto Zappalà.

Le indagini, anche di tipo tecnico, condotte nell’arco temporale dicembre 2015-gennaio 2016 dalla Squadra Mobile con il coordinamento della Procura Distrettuale della Repubblica, hanno evidenziato come Zappalà avesse avviato una incessante e fiorente attività di spaccio di sostanza stupefacente svolta presso la sua abitazione nel quartiere di Nesima che, previo appuntamento, era divenuta meta di assidui clienti.

Peraltro Zappalà, nel periodo in cui ricadono le imputazioni, era sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale violata ripetutamente sia con riferimento all’obbligo di vivere onestamente e rispettare le leggi, che a quello di non uscire da casa dalle ore 21.00 alle ore 06.00.

L'uomo, con svariati precedenti specifici alle spalle, era stato tratto in arresto, tra l’altro, dalla squadra mobile nel corso dell’ operazione “Squama” eseguita nell’aprile 2009 nei confronti di 27 persone responsabili di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, nonché detenzione e spaccio delle medesime.

Espletate le formalità di rito, l’arrestato è stato associato presso la casa circondariale di Catania “Piazza Lanza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento