rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca

Riceveva le "ordinazioni" per telefono: arrestato pusher

I carabinieri hanno trovato in tasca del 21enne dosi già confezionate di marijuana e oltre mille euro in contanti

I carabinieri del nucleo radiomobile del comando provinciale hanno arrestato un catanese 21enne, gravemente indiziato del reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Nella nottata, intorno alle 3, l’equipaggio della stava perlustrando il centro cittadino, quando transitando in Piazza Carlo Alberto, ha notato una Fiat Panda con due giovani a bordo il cui conducente, alla loro vista, ha istintivamente tentato di nascondere il volto. Lo strano comportamento non poteva non destare sospetti nei militari che, in forza dell’orario e del luogo ove spesso sono stati registrati fenomeni di spaccio, hanno deciso di bloccare l’auto ed effettuare un controllo degli occupanti, entrambi 21enni.

I militari nello sportello del lato passeggero, all’interno della tasca laterale, hanno rinvenuto una bustina di plastica contenente una dose di marijuana, mentre all’interno di un’ulteriore busta occultata sotto il tappetino del vano portaoggetti, hanno rinvenuto 19 dosi della stessa sostanza già singolarmente confezionate per la vendita al dettaglio. Ulteriore sorpresa poi nelle tasche del conducente che è stato trovato infatti in possesso della cospicua somma di 1100 euro, ovviamente frutto dell’attività di spaccio, nonché di un cellulare con due schede Sim sul quale, sotto lo sguardo curioso dei militari, andavano materializzandosi proprio in quei momenti gli espliciti messaggi degli acquirenti per l’acquisto della droga. I militari hanno così deciso di effettuare una perquisizione domiciliare nelle abitazioni dei due giovani. A casa del conducente, che alloggia presso un “Bed and breakfast” del centro cittadino, oltre a quanto già trovato in macchina hanno trovato 10 bustine di hashish ed ulteriori 115 euro. Il giovane è stato posto agli arresti domiciliari, presso la struttura alloggiativa in cui è domiciliato, in attesa delle determinazioni dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riceveva le "ordinazioni" per telefono: arrestato pusher

CataniaToday è in caricamento