Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

A Ostia è polemica per un concerto del cantante rap-neomelodico 'Niko' Pandetta

Il 17 settembre sul palco del "Villaggio dello sport - X Village", la manifestazione estiva che si terrà ad Ostia e voluta con tanto di bando dalla giunta grillina, salirà Vincenzo 'Niko' Pandetta, rap-neomelodico nipote del boss di Cosa Nostra etnea Salvatore Cappello. Un "caso politico", sul quale è intervenuto lo stesso cantante

Il 17 settembre sul palco del "Villaggio dello sport - X Village", la manifestazione estiva che si terrà ad Ostia e voluta con tanto di bando dalla giunta grillina, salirà Vincenzo 'Niko' Pandetta, cantante rap-neomelodico nipote del boss di Cosa Nostra etnea Salvatore Cappello. Un concerto che, come riporta RomaToday a firma del giornalista Lorenzo Nicolini, è diventato un "caso politico" che sta scuotento il Movimento 5 Stelle nel X Municipio

In queste ore, infatti, sono in corso degli accertamenti e approfondimenti della prefettura di Roma sulla partecipazione del cantante neomelodico all'evento. Secondo quanto apprende l'Adnkronos da fonti della prefettura, l'orientamento sarebbe comunque quello di non consentire la partecipazione a eventi musicali ad artisti che si esprimono contro la legalità e a favore di fenomeni criminali.

Mario Falconi, candidato Pd alla presidenza del Municipio, ha chiesto l'annullamento del concerto: "Il Municipio X ha innumerevoli risorse ed è su quelle che dobbiamo puntare soprattutto per dare un esempio ai tanti giovani che seguono la musica. Se Pandetta vuole prendere posizione si dissoci contro la criminalità organizzata e allora si può fare. In caso contrario non abbiamo bisogno di queste iniziative e vorremmo sapere chi l'ha autorizzata. I cittadini lidensi hanno già dovuto subire, e per lungo tempo, un'onta che non meritavano. Per questo motivo abbiamo chiesto a gran voce di annullare il concerto".

A diffondere sui social le foto delle vele che pubblicizzano l'evento in tutta Ostia, è stata Maricetta Tirrito, portavoce del Co.g.i. (Comitato Collaboratori di Giustizia). La manifestazione X Village, affidata con bando pubblico alla Club Italia Eventi Asd, e durerà fino al 30 settembre. 

Sulla vicenda è intervenuto Alessandro Ieva, assessore nel X Municipio e candidato del M5s per il bis a minisindaco di Ostia: "Quando si parla di legalità, e di contrasto alla criminalità organizzata, non accettiamo compromessi o tentennamenti. La nostra amministrazione ha governato per tre anni e mezzo un Municipio precedentemente commissariato per mafia, e si appresta a farlo con rigore e trasparenza anche per i prossimi cinque anni".

A rispondere alle accuse, ci ha pensato anche lo stesso Pandetta che si dice cambiato rispetto al passato e sui social spiega: "Dovrei essere preso d'esempio come rivalsa ma i giornali e molti altri organi preposti in svariate regioni d'Italia provano ad intralciare il mio lavoro, i miei live show .

Ho ribadito molte volte che grazie alla musica sono una persona nuova e diversa dal passato. Continuano ad additarmi determinate accuse alle quale ho dato ampie risposte e spiegazioni nel corso degli anni. Il brano che mi si contestualizza è stato rimosso dalle scalette dei miei Live Show ben 5 Anni fa. Quindi trovo queste accuse infondate".

"Ribadisco che potrei essere d'esempio per molti giovani che hanno vissuto o vivono la realtà che ho vissuto anche io. Ringrazio Dio per avermi dato una seconda possibilità. Credendo in me stesso coltivando le mie doti e passioni", firmato Niko Pandetta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Ostia è polemica per un concerto del cantante rap-neomelodico 'Niko' Pandetta

CataniaToday è in caricamento