menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Padre ubriaco tenta di strangolare il figlio minorenne, arrestato

L'uomo non era nuovo ai reati di maltrattamenti in famiglia. A fermarlo la segnalazione di una parente e la sinergia tra servizi sociali comunali e i carabinieri

Ha tentato, completamente ubriaco, di strangolare il figlio minorenne di 17 anni. Solo l'intervento di una zia del ragazzo ha permesso di evitare il peggio e di far scattare le manette per l'uomo, R.M di 43 anni.

Ad arrestarlo, con l'accusa di maltrattamenti in famiglia e tentato omicidio, i Carabinieri di Riposto. L'uomo non era di certo un padre modello: era già indagato per maltrattamenti contro la madre e il fratello e per lesioni aggravate.

La sinergia tra i servizi sociali di Riposto e i carabinieri ha permesso di salvare il minore che è stato trasferito in una struttura protetta. L'episodio di violenza è avvenuto nella notte tra il 12 e il 13 gennaio quando il padre ha chiesto, visibilmente ubriaco, al figlio di fargli una sigaretta. Al suo rifiuto è scattata l'ira e il tentativo di soffocamento. L'intervento della zia ha evitato il peggio e il ragazzo è riuscito a fuggire.

Il giovane è stato refertato in ospedale e ha raccontato che non era la prima volta che accadevano episodi del genere. Un calvario di vessazioni. Ad esempio il padre chiedeva al figlio il "pappagallo" a letto nonostante non ne avesse di bisogno per motivi di salute, essendo in grado di camminare.

Adesso il padre violento si trova nel carcere di piazza Lanza.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ristrutturare

Sostituzione infissi: come ottenere lo sconto in fattura

social

L'Amt dona a dipendenti e abbonati circa 1000 borracce "green"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento