menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palazzo delle Poste, interrogazione del M5s: "Il sindaco faccia chiarezza su alcune anomalie"

Il gruppo consiliare del MoVimento 5 Stelle ha presentato un’interrogazione al sindaco e alla giunta, primo firmatario Graziano Bonaccorsi, chiedendo chiarezza su alcuni aspetti della “valorizzazione” dell’area del Palazzo delle Poste

Il gruppo consiliare del MoVimento 5 Stelle ha presentato un’interrogazione al sindaco e alla giunta, primo firmatario Graziano Bonaccorsi, chiedendo chiarezza su alcuni aspetti della “valorizzazione” dell’area del Palazzo delle Poste.

"Comprendiamo benissimo le attuali condizioni degli uffici giudiziari di Catania e le disfunzioni dei servizi: distribuiti in 21 edifici, con oneri gravosi, contratti di locazione scaduti e non rinnovati e contenziosi in corso. Il Comune di Catania - si legge nella nota del M5s - vanta crediti, nei confronti del ministero di Giustizia, per quasi 40 milioni di euro per i mancati rimborsi delle spese di gestione degli uffici".

"Siamo convinti che la nostra città abbia bisogno di riavvicinarsi al mare e di “decementificare” il suo territorio, ormai saturo di calcestruzzo e carente di verde pubblico. Ma gli interventi previsti non tendono alla mera valorizzazione di un edificio esistente, bensì all’abbattimento e alla ricostruzione con fondi regionali di un immobile indisponibile del Comune - continua la nota - Può un’amministrazione in dissesto cedere a titolo gratuito un bene indisponibile (del valore di 36 milioni di euro) al Demanio dello Stato, gravando sul bilancio patrimoniale dell’Ente? Come mai l’intervento non è stato inserito né nel piano triennale (regionale e/o comunale) delle opere pubbliche, né in quello delle alienazioni?"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Pancia piatta? Ecco il massaggo fai-da-te

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento