Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Via Umberto / Piazza Gandolfo Antonino

Riqualificata la panchina rossa di piazza Gandolfo, resiste il simbolo della lotta antiviolenza

Il 2 maggio scorso era stata presa a sassate, coperta di spazzatura. Eppure Vera Squatrito e Giovanna Zizzo, madri di Giordana e Laura, non si sono fermate e l'hanno restituita alla città

Il simbolo della lotta al femminicidio è tornato al suo posto. La panchina rossa di piazza Gandolfo era stata vandalizzata lo scorso 2 maggio,a pochi giorni di distanza dalla sua inaugurazione. La targa in memoria delle vittime di femminicidio era stata divelta, presa a sassate dai vandali e proprio davanti la panchina era stata lasciata anche dell'immondizia.

Stamattina, sabato 18 novembre, Vera Squatrito e Giovanna Zizzo, madri di Giordana Di Stefano e Laura Russo,  uccise rispettivamente dal padre e dall'ex fidanzato, hanno restituito la panchina rossa alla città, insieme al comitato cittadino Gandolfo, all'associazione "Piccolo Principe" con il presidente Mario Giunta e con la vice presidente della quinta municipalità Maria Grazia Felicioli. Per continuare a dire no alla violenza sulle donne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riqualificata la panchina rossa di piazza Gandolfo, resiste il simbolo della lotta antiviolenza

CataniaToday è in caricamento