Lettori: "La pista ciclabile di Mascali sta rovinando la nostra estate"

Un lettore, residente sul lungomare di Mascali, ci segnala la presenza di alcune criticità, augurandosi che queste possano essere risolte entro l'estate

Anche la pista ciclabile di Mascali, così come quella di Catania, è stata accolta con pareri discordanti da parte dei cittadini. Il tratto appena realizzato pone in collegamento il lungomare di Riposto con quello di Fiumefreddo ed è ancora in via di sperimentazione. E' stato necessario eliminare i parcheggi sul lato mare e rendere a senso unico la circolazione. Un lettore, residente sul lungomare di Mascali, ci segnala la presenza di alcune criticità, augurandosi che queste possano essere risolte entro l'estate.

"Il mare della zona è già alle prese con ben noti problemi di inquinamento, che hanno portato al sequestro del depuratore nei giorni scorsi e costringono molti a fare il bagno altrove. Per quanto riguarda la pista ciclabile, il conseguente restringimento di carreggiata non poteva che far scegliere il senso unico di marcia e l'eliminazione dei parcheggi sulle strisce blu, senza eccezioni né per i residenti ne per i disabili. Inoltre i fetidi cassonetti dell'immondizia, stracolmi in estate per via dei esercizi commerciali aperti, sono stati posizionati esattamente in prossimità dell'ingresso di casa nostra, a pianterreno seminterrato. Mentre prima erano messi più a nord, dopo il lido Club mare sport".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chi ha risentito particolarmente dei nuovi provvedimenti adottati dal comune di Mascali sono infatti i proprietari delle case a mare. "Ci sono le spiagge libere e private nel tratto interessato dalla ciclabile - conclude il nostro lettore - ma per entrambe le categorie bisogna parcheggiare e fare qualche chilometro a piedi, disabile compresi. E quando arrivi e passi una notte in casa al mare a pianterreno bisogna chiudere le finestre per via dei cassonetti pieni di resti marci di ogni tipo dei locali e case circostanti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento