Detenzione di armi nel quartiere di Nesima, controlli della polizia

Le cartucce abusive sono state poste sotto sequestro, come anche tutte le armi, anche se regolarmente detenute, al fine di richiedere, per il loro possessore, il divieto di detenzione di armi

Ieri, personale della polizia amministrativa di “Nesima” ha effettuato controlli straordinari per verificare le condizioni di detenzione delle armi possedute dai residenti del quartiere. Durante un controllo presso il domicilio di una persona che non si era presentata presso l’ufficio competente per regolarizzare la propria situazione, seppur più volte invitata emergeva che, fermo restante la presenza delle armi regolarmente detenute, l’uomo usava tenere una pistola carica rifornita di 8 cartucce detenute abusivamente, nel cassetto del comodino e, inoltre, che vi era un’incongruenza tra i numeri di matricola di un fucile e la canna montata in esso.

Pertanto, dopo aver messo in sicurezza l’arma, l’uomo è stato denunciato all’Autorità giudiziaria per omessa custodia delle armi, considerando la situazione di pericolo che l’arma carica poteva essere tranquillamente utilizzata da familiari conviventi, nonché per detenzione abusiva di munizionamento e per la mancata comunicazione dell’acquisto di una canna da fucile.

Le cartucce abusive sono state poste sotto sequestro, come anche tutte le armi, anche se regolarmente detenute, al fine di richiedere, per il loro possessore, il divieto di detenzione di armi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento