Pubblica Illuminazione: presentate dal sindaco le “Nuove Luci” per la città

Le novità che rivoluzionano la gestione dell'illuminazione pubblica cittadina sia sotto il profilo economico che energetico sono state illustrate dal sindaco Raffaele Stancanelli alla presenza dei tecnici comunali e dei vertici aziendali del nuovo gestore, Gemmo Spa

Le novità che rivoluzionano la gestione dell’illuminazione pubblica cittadina sia sotto il profilo economico che energetico sono state illustrate dal sindaco Raffaele Stancanelli alla presenza dei tecnici comunali e dei vertici aziendali del nuovo gestore, Gemmo Spa, a cui è stato affidato, tramite convenzione Consip, l’intero ciclo di gestione degli impianti per nove anni con servizi innovativi che pongono la città di Catania all’avanguardia.

“Siamo di fronte a un fatto di straordinaria importanza per la città di Catania –ha detto il sindaco Stancanelli- perché abbiamo badato a coniugare efficienza con innovazione, per eliminare sprechi e contribuire al risparmio energetico che è una delle sfide più serie del nostro tempo, grazie al sistema delle lampade Led che utilizzano già molte famiglie. Catania si torna a distinguere per innovazione e a quanto mi dicono i tecnici -ha aggiunto il sindaco Stancanelli- verranno garantiti livelli eccellenti anche sotto il profilo del controllo della rete per prevenire e contrastare furti di rame, azioni di danneggiamento o di allaccio abusivo. E per questo -ha aggiunto Stancanelli- ho voluto che fosse migliorata l’interazione coi cittadini per venire incontro prontamente alle loro segnalazioni in caso di guasti dovuti ai motivi più vari”.

Alla conferenza stampa hanno partecipato anche  l’assessore ai lavori pubblici e alle manutenzioni Giuseppe Marletta, il Direttore Generale di Gemmo Spa Giuseppe Tomarchio, il Direttore Divisione Pubblica Illuminazione della stessa azienda Alessandro Visentin, il General Manager  di Philips Lighting Maria Letizia Mariani, il direttore comunale dei lavori pubblici Maria Luisa Areddia e il dirigente comunale Marina Galeazzi che ha curato le fasi iniziali del progetto.

Tra le principali novità del piano la manutenzione programmata degli oltre 31 mila punti luce cittadini; interventi di riqualificazione energetica e artistica con l’impiego di nuove tecnologie finalizzati alla messa in sicurezza, con la riqualificazione parco apparecchi illuminanti e risparmi energetici con l’impiego, su larga scala, del sistema Led in circa 20 mila punti luce, oltre il 60% di quelli complessivi, senza oneri aggiuntivi per il Comune.

Dai primi giorni di maggio, a questo proposito, si sono iniziati gli interventi per l'impiego del sistema Led nei quartieri di Ognina; Barriera-Canalicchio; Monte Po-Nesima; San Leone-Rapisardi; San Giorgio-Librino e San Giuseppe La Rena, compresa la zona di Vaccarizzo. Gli interventi di modifica dei sistemi d'illuminazione con l'installazione dei nuovi impianti riguarderanno gran parte della città e si concluderanno entro il prossimo mese di settembre. Il nuovo contratto per la gestione dell’illuminazione pubblica cittadina prevede anche un monitoraggio del servizio tramite portale web, in fase di allestimento e un Call Center con il numero verde 800339929 dedicato alle segnalazioni guasti. Sul fronte del risparmio energetico è prevista anche un’innovativa gestione dell’accensione e dello spegnimento dell’impianto seguendo il ciclo solare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Sono tutte innovazioni di cui si comprende agevolmente l’importanza –ha concluso il sindaco Stancanelli-. I cittadini possono contare su nuovi e migliori servizi con meno gravami per il Comune poiché siamo consapevoli che vanno incrementate le logiche del risparmio e abbattute quello degli sprechi, una modalità amministrativa di cui l'appalto tramite Consip è concreta testimonianza, che ci caratterizza fin dal nostro insediamento dopo decenni di ritardi e occasioni perdute”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento