Randagi al Policlinico, il Nursind: "Azienda interverrà per risolvere il problema"

Lo afferma Marco Di Bartolo, rappresentante dei lavoratori per la sicurezza del Nursind

foto archivio

"Finalmente una buona notizia sul caso dei cani randagi al Policlinico. L’azienda ha preso provvedimenti deliberando un intervento immediato”. Lo afferma Marco Di Bartolo, rappresentante dei lavoratori per la sicurezza del Nursind.

“Dopo mesi di denunce – dice Di Bartolo - dopo l'alzata di spalle da parte dell’Asp di Catania e dei vigili urbani, l'amministrazione del Policlinico decide con proprie risorse di affrontare il problema affidando a una ditta esterna l'incarico di accalappiamento dei cani".

"Finalmente un atto concreto che rappresenta il primo passo per la risoluzione del problema. È bene ricordare che ormai siamo di fronte a una emergenza, con aggressioni a utenti e lavoratori che sono ormai quasi giornaliere. Come Nursind continueremo a tenere alta l’attenzione e a monitorare la situazione affinchè siano ripristinate nel più breve tempo possibile le normali condizioni di sicurezza nei viali all’interno della struttura”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento