Trasportavano rifiuti speciali senza autorizzazione: denunciati due catanesi

I due, già pregiudicati, sono stati fermati dai carabinieri a bordo di un autocarro Skoda carico di ogni genere di rifiuto ferroso

Due 44enne catanesi, già pregiudicati sono stati denunciati dai carabinieri di Randazzo per trasporto e gestione di rifiuti speciali senza autorizzazione. L'equipaggio della gazzella li ha fermati per controllo in via Luigi Capuana a Randazzo, i due erano a bordo di un autocarro Skoda carico di ogni sorta di rifiuto ferroso – anche elettrodomestici fuori uso - trasportati illegalmente.

Il mezzo è stato sequestrato perché senza assicurazione ed il conducente.è stato denunciato per guida senza patente, mai conseguita. I rifiuti speciali sono stati sequestrati per esser smaltiti nelle modalità previste dalla legge.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Coronavirus: Musumeci avvia la linea del rigore ma con chiusure parziali

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

  • Coronavirus, in Sicilia contagi in aumento (+796): in provincia di Catania sono 211

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento