Rientra e trova armi e oltre 6 chili di hashish nel suo deposito

L'uomo non metteva piede nel locale in uso dal mese di agosto e ha avvertito la polizia che è subito intervenuta a verificare il ritrovamento

Nel tardo pomeriggio dello scorso 7 dicembre, gli agenti delle Volanti hanno rinvenuto e sequestrato, all’interno di un locale adibito a deposito ubicato in via Santissima Trinità, 6 chili e 600 grammi di hashish, un fucile con matricola abrasa con due cartucce inserite nelle camere di scoppio, un caricatore con tre cartucce calibro 9, una scatola contenente 47 cartucce cal.7,65, e due buste contenenti 158 cartucce cal.7,65, due cartucce cal.357 magnum e 20 cartucce cal 12 .

Intorno alle 19.35, è stata segnalata alla sala operativa la presenza di un arma all’interno dello stabile sopra indicato; è stata quindi immediatamente inviata sul posto una Volante che ha preso contatti con il richiedente, comodatario del locale adibito a deposito che gli era stato concesso in uso dalla suocera. L’uomo ha riferito agli agenti che aveva depositato delle masserizie nel locale nel mese di agosto e da allora vi aveva fatto ritorno solo adesso, per prendere un materasso. Nel togliere i due catenacci, che lui stesso aveva apposto a chiusura della porta dello stabile, aveva notato che gli stessi presentavano il piolo tagliato e, pur apparendo regolarmente chiusi, erano facilmente apribili con le mani. Entrato nello stabile, aveva inoltre notato la presenza di un contenitore di plastica che non era di sua proprietà, contenente involucri vari. I poliziotti hanno proceduto, quindi, a perquisire i locali rinvenendo l’arma, il munizionamento e lo stupefacente sopra specificato. Sul posto, per un più approfondito controllo, che però non portava ad ulteriori risultati, è intervenuto un artificiere e l’unità cinofila, con cani antidroga e anti esplosivo. Tutto il materiale ritrovato è stato sequestrato a carico di ignoti e posto a diposizione dell’autorità giudiziaria; sono in corso indagini per accertare la provenienza dell’arma e delle cartucce e verificare se esse siano state utilizzate in episodi criminosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento