San Giorgio, residenti "ostaggio" del mercatino: viabilità nel caos

Stradale San Giorgio invaso dagli stalli dei venditori posti in prossimità dell'ingresso delle abitazioni. Disagi per residenti e viabilità. Il consiglio di circoscrizione chiede la "messa in sicurezza". L'assessore Mazzola assicura che "entro il 15 gennaio verrà disposto lo spostamento in via sperimentale del mercato"

Caos, rischio incidenti e residenti barricati in casa, "ostaggio" degli abusivi. Questo lo scenario che si ripete nello stradale San Giorgio quando viene allestito il mercatino di San Giorgio. Gli stalli dei venditori posti in prossimità dell'ingresso delle abitazioni, creano disagi ai residenti, ma anche alla viabilità, che prevede un doppio senso di marcia. In caso di emergenza o transito di ambulanza, il rischio di incappare in un intoppo è sempre costante. Persino l'ingresso della sede della sesta municipalità, che si trova nei pressi del mercatino, è letteralmente invaso dai venditori, che presidiano entrambi i lati della strada senza alcuna regolamentazione degli stalli e delimitazione precisa dello spazio.

mercatino san giorgio 2-2-2

Ecco perchè la presidenza della sesta circoscrizione, unitamente al consiglio, segnala da tempo il problema. L'ultima tappa è stata quella di convocare un consiglio straordinario, con ordine del giorno "messa in sicurezza del mercatino di San Giorgio", alla presenza dell'assessore alle attività produttive, Angela Mazzola, che ha presenziato alla seduta accompagnata dal direttore Mangani e al dottor Fichera, responsabile al comune delle aree mercatali.

La richiesta avanzata dal presidente Lorenzo Leone è stata quella di stabilire una data certa per lo spostamento del mercatino dallo stradale San Giorgio, vista la mancanza di sicurezza: "Vogliamo una risposta concreta sulla data di spostamento del mercatino - precisa Leone - perchè gli abitanti non possono più uscire di casa e la tensione tra ambulanti e cittadini rischiano di aumentare. I problemi riguardano anche la viabilità e in caso di emergenza transitare lungo lo stradale San giorgio diventa impossibile"

I dati sviscerati dall'amministrazione, dopo il censimento effettuato, parlano in tutto di 22 operatori in regola. Un numero esiguo rispetto al quadro che si presenta nei pressi del mercatino. L'assessore Mazzola precisa di "sperare nella volontà degli operatori di regolarizzare la loro posizione, perchè al momento solo 22 sono legittimati". Aggiunge poi come "Nel corso di questi mesi sono stati completati gli atti preliminari per portare una delibera in giunta che rappresenterà l'opportunità per procedere in via sperimentale allo spostamento del mercato. Verrà predisposto un bando per lo spostamento con circa 90 stalli, che permetterà così di poter regolarizzare un gran numero di operatori, confidando sempre - precisa Mazzola - nella volontà degli operatori stessi di regolarizzare la loro posizione".

La data individuata è quella del 15 gennaio, quando il mercatino di San Giorgio, stando alle parole dell'amministrazione, sarà spostato interamente in viale Giovanni da Verrazzano, lasciando così libera l'arteria dello stradale San Giorgio e agevolando la viabilità nel doppio senso di marcia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento