Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Civita / Via Roccaforte

Sanità, la protesta in piazza della Fials: "Precari abbandonati dopo l'emergenza"

La sigla sindacale ha manifestato in piazza Università per denunciare le condizioni dei lavoratori del comparto sanitario e per chiedere il riconoscimento delle somme dovute a chi ha lavorato negli screening e nella campagna vaccinale

Sono scesi in piazza i lavoratori della sanità catanese: la sigla Fials chiede il rispetto delle condizioni di chi ha prestato anima e corpo durante i terribili momenti della pandemia. Inoltre il sindacato ha denunciato le condizioni di precariato asfiassiante e la carenza di personale, a ciò si aggiunge il mancato rinnovo contrattuale.

Come spiega la segretaria provinciale Agata Consoli addirittura non sono stati pagati gli operatori impiegati in questo anno e mezzo tra vaccini e tamponi: "Si gioca a ping pong con continui rimpalli, l’assessorato dice che sono finiti i fondi, le aziende ignorano quanto questi operatori hanno fatto fino a questo momento". 

"Ci troviamo qui per dare un'unica voce sindacato e lavoratori - prosegue Consoli -. I precari non si abbandonano: sono stati utilizzati in un momento drammatico durante la pandemia ma non sono usa e getta, sono persone. Inoltre il contratto collettivo è finito nel dimenticatoio e come detto i lavoratori impiegati negli screening e nella campagna vaccinale non hanno ricevuto un euro. Le istituzioni devono comprendere i sacrifici dei lavoratori che con un grande senso etico sono stati accanto ai cittadini e hanno messo in campo anima e corpo".

Anche la carenza del personale rischia di avere conseguenze drammatiche: "Le assunzioni a tempo determinato in provincia di Catania per fronteggiare emergenza oggi fanno l'ordinario per via di pensionamenti e mobilità e non possono nemmeno andare in ferie -  dice Giuseppe D'Angelo dell'azienda policlinico San Marco -. Se questi precari vengono mandati a casa si rischia la chiusura di intere unità operative, tra infermieri e oss. Quindi servono unità di personale stabilizzate: la sanità non si può trascurare perché è un bene comune".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, la protesta in piazza della Fials: "Precari abbandonati dopo l'emergenza"

CataniaToday è in caricamento