Scandalo formazione, Scilabra blocca i fondi a enti coinvolti

"Verranno comunque garantite le tutele per il personale - dichiara l'assessore Scilabra - proporrò alla giunta di governo apposite misure che possano garantire la continuità dell'attività lavorativa e i pagamenti spettanti ai lavoratori"

"L'inchiesta della Procura di Catania che vede coinvolti taluni enti della formazione professionale, è l'ennesima dimostrazione che occorre cambiare pagina in un settore che dovrebbe essere volano di sviluppo per la nostra terra e strumento di crescita per i nostri giovani". Lo ha affermato l'assessore regionale alla Formazione e all'Istruzione, Nelli Scilabra.   

"Ho già dato disposizioni ai miei uffici - aggiunge l'assessore - di procedere alla immediata revoca dell'accreditamento e al blocco dei finanziamenti agli enti cui vengono contestati fatti di estrema gravità, anche perchè commessi attraverso l'utilizzo di denaro pubblico. Sono già partite anche le verifiche per accertare il coinvolgimento di dipendenti dell'amministrazione regionale nelle attività illecite contestate agli enti".

"L'azione moralizzatrice e di riforma del settore, voluta e perseguita sin dall'insediamento da questo governo regionale, non potrà che proseguire con sempre maggior vigore. Verranno comunque garantite le tutele per il personale - conclude l'assessore Scilabra - proporrò alla giunta di governo apposite misure che possano garantire la continuità dell'attività lavorativa e i pagamenti spettanti ai lavoratori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento