Madre e figlia vittime di molestie, arrestato giovane stalker recidivo

Il 24enne diversi anni fa avrebbe iniziato a molestare la ragazza, all'epoca compagna di scuola. Avrebbe inoltre creato diversi profili su Facebook con fotomontaggi e frasi offensive nei confronti della vittima e della madre. Non sarebbe bastato un primo arresto e un successivo ordine di custodia cautelare

Un catanese di 24 anni ha ricevuto un'ordinanza di misura cautelare in carcere. Sarebbe infatti ritenuto responsabile di atti persecutori nei confronti di una madre e di sua figlia. Stando alla ricostruzione dei fatti riportata dalla vittima, il giovane diversi anni fa avrebbe iniziato a molestare la ragazza, all'epoca compagna di scuola. Appostamenti sul pianerottolo di casa, telefonate notturne, improvvise apparizioni alle lezioni universitarie, messaggi intimidatori.

Il ragazzo avrebbe inoltre creato diversi profili su Facebook con fotomontaggi e frasi offensive nei confronti della vittima e della madre, riuscendo persino a far interrompere il contratto di fornitura elettrica delle due donne. Non sarebbe bastato un primo arresto, un successivo ordine di custodia cautelare in carcere prima e i domiciliari poi. Scontata la pena le donne sarebbero tornate nuovamente vittime di situazioni moleste.

In particolare, dalle indagini risulterebbe che il ventiquattrenne avrebbe creato un profilo su Facebook ed un altro su un sito di incontri a scopi sessuali, in cui, fingendo di essere la giovane ragazza, fissava appuntamenti presso l'abitazione della stessa, lasciando anche i recapiti telefonici. Numerose le persone che giungevano presso l'abitazione delle due donne chiedendo esplicitamente rapporti sessuali. A tutto ciò si aggiungano alcuni pedinamenti, fino alla palestra frequentata dalle donne, nonché diverse foto pubblicate su Instangram con commenti di minaccia verso loro. Nonostante l'arrestato avesse utilizzato abusivamente postazioni internet riconducibili a terzi, la polizia è riuscita a risalire al reale autore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento