Cronaca

Tentata aggressione ad un giudice, solidarietà dai penalisti

Solidarietà dalla Camera Penale al Gip di Catania vittima di minacce e di un tentativo di aggressione, bloccato da agenti della squadra mobile, di un indagato per rapina del quale aveva disposto l'arresto

Solidarietà al Gip di Catania vittima di minacce e di un tentativo di aggressione, bloccato da agenti della squadra mobile, di un indagato per rapina del quale aveva disposto l'arresto, è stata espressa dal direttivo della Camera penale 'Serafino Famà' di Catania. Sull'accaduto la Procura di Catania ha aperto un fascicolo e trasferito gli atti ai magistrati di Messina, competenti per territorio.

"La Camera penale esprime la propria solidarietà al Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Catania che - si legge nella nota - nell'esercizio della sua funzione giurisdizionale, ha subito un'inaccettabile aggressione fisica e morale in un'aula di quel Palazzo di Giustizia che per tutti noi, magistrati, avvocati, personale di cancelleria e forze di Polizia, rappresenta il quotidiano luogo di lavoro e di vita".

"Solidarietà e vicinanza - aggiunge la Camera penale di Catania - rivolta all'Uomo chiamato a svolgere la sua alta funzione in nome di quella Giustizia che noi tutti, ciascuno con il proprio ruolo, contribuiamo a rendere concreto servizio ai cittadini ed alla comunità. Inaccettabile appare inoltre che si possa usare la violenza nel luogo dove, più che in ogni altro, a prevalere debba essere la forza della ragione e non la ragione della forza. Le aule del Palazzo di Giustizia, per la funzione a cui sono preposte e per l'impegno degli uomini e delle donne che vi svolgono il proprio lavoro - conclude il direttivo della Camera penale di Catania - sono sacre"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentata aggressione ad un giudice, solidarietà dai penalisti

CataniaToday è in caricamento