menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tremestieri Etneo, mercatino bio a chilometro zero: "Valorizzare prodotti del territorio"

Prodotti non solo agricoli coltivati dai produttori, ma anche il pane di giornata, le marmellate, il pistacchio cotto e tanta altra merce siciliana. Primo appuntamento in piazza Tivoli a Canalicchio il 6 aprile

Il sindaco di Tremestieri Etneo, Santi Rando, ha presentato il programma del mercato bio a Km zero organizzato in collaborazione con l’associazione ‘Terre dell’Etna’ che si terrà nella zona ‘centro’, primo appuntamento avvenuto sabato 2 aprile scorso, e a Canalicchio in piazza Tivoli, primo appuntamento previsto invece il 6 aprile. Sui banconi dei 15 stand allestiti per l’occasione si promuoveranno non soltanto i prodotti biologici del distretto etneo, ma si promuoverà l’imprescindibile legame tra cibo e salute all’insegna di una corretta alimentazione per tutte le età, proponendo prodotti freschi e genuini locali.

Presenti all’evento con il primo cittadino, l’assessore Evelyn Garofalo, il presidente del Consiglio comunale Ferdinando Smecca, i consiglieri comunali Michelangelo Costantino, Nerina Tomaselli, Alessio Firrincieli, il presidente di Terre dell’Etna Maurizio Palermo con una rappresentanza di espositori e produttori locali, funzionari e tecnici comunali.

Il sindaco Santi Rando ha tenuto a precisare: "Con questa iniziativa daremo l’opportunità anche ai residenti della zona ‘centro’ del paese con l’allestimento di un mercato formato da produttori a km zero in via delle scuole, mentre a Canalicchio in Piazza Tivoli. Il mercatino sarà presente in via delle Scuole da sabato 2 e Piazza Tivoli a Canalicchio tutti i mercoledì dal 6. L’orario stabilito, dalle ore 8 alle 13.  Saranno allestiti 15 stand all’interno dei quali i produttori direttamente proporranno prodotti non solo agricoli da loro coltivati ma il pane di giornata, le marmellate, il pistacchio cotto e tanta altra merce siciliana. E’ un modo per difenderci da cibi di provenienza sconosciuta che arrivano da tutte le parti del mondo, magari non tanto curati, mentre il nostro obiettivo resta la sana alimentazione, motivo in più per valorizzare le attività produttive del territorio con prodotti genuini".

"Ringrazio il consigliere Michelangelo Costantino che con impegno ha contribuito alla buona riuscita dell’iniziativa - ha detto il presidente del Consiglio Comunale Ferdinando Smecca - in ogni caso, resta di primaria importanza la salvaguardia della salute. La buona qualità del mangiare si ottenere attraverso la sensibilizzazione al consumo del cibo sano. Siamo convinti che l’eliminazione dei vari passaggi nella vendita produrrà anche un ottimo risparmio per le famiglie".

Il primo cittadino in conclusione: "Sono convinto che promuovendo iniziative come questa, che puntano alla riduzione della distanza tra produttore e consumatore si otterranno ottimi risultati anche per l’economia del nostro comune che abbinerà salute e benessere offrendo la possibilità ai residenti di avere prodotti freschi sempre a disposizione". Il primo appuntamento si è svolto sabato 2 aprile in via delle scuole zona ‘Centro’ mentre, mercoledì 6, sarà a Canalicchio in piazza Tivoli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Alimentazione

Aglio: tipologie, proprietà e benefici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento