Trimboli è il nuovo presidente provinciale dei ristoratori Fipe-Confcommercio

"Vogliamo migliorare i rapporti con l’amministrazione per portare a compimento quei progetti che da tempo richiedono una soluzione, come i dehors, o il piano regolatore commerciale", ha dichiarato Trimboli

L’ assemblea riunita del settore ristorazione di Catania e provincia della Fipe-Confcommercio ha eletto oggi il suo presidente. Si tratta di Giovanni Trimboli, ristoratore, presidente della scuola di cucina Etna Food Academy, vinaio e chef del ristorante Vineria Picasso. Quarantasette anni il prossimo ottobre, Trimboli guiderà per i prossimi cinque anni la presidenza della ristorazione. Al suo fianco quattro vice presidenti ed un coordinatore: Gigi Vitale (ristorante Gigi bistrot), Massimo Villardita (Razmataz), Luigi Savoca (lidoristo Bellatrix), Alessandro Ingiullo (ristorante Sapio), per il settore catering il responsabile è stato nominato Marcello Santocchini.

“Oggi nasce il nuovo gruppo di ristoratori in seno alla Fipe Confcommercio con tanti obiettivi da portare a termine – afferma Giovanni Trimboli – E’ il momento di dare al comparto food una nuova identità e lo vogliamo fare con un gruppo di operatori del settore di grande esperienza che ha scelto insieme a me di iniziare questa avventura. Puntiamo soprattutto alla creazione di servizi alle imprese e al perfezionamento della formazione del personale, con il coinvolgimento degli istituti alberghieri”.

"E' necessario che le scuole alberghiere ci stiano vicine per un progetto comune che porti sinergia e nuove risorse presso le nostre strutture. I ragazzi che vogliono lavorare nella ristorazione non devono più andare a lavorare fuori, dobbiamo collegarli presso strutture sane del nostro territorio". 

"Vogliamo inoltre migliorare i rapporti con l’amministrazione per portare a compimento quei progetti che da tempo richiedono una soluzione, come i dehors, o il piano regolatore commerciale per disciplinare un settore che ad oggi non ha precise linee guida", continua Trimboli.

"Gli assessorati dovrebbero confrontarsi con i ristoratori per raggiungere il migliore risultato sulle offerte turistiche ricordando che in una città la ristorazione rimane un biglietto da visita fondamentale", conclude il presidente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento