rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca Acireale

Truffa dei bollettini, anche ad Acireale arrivano buste sospette

La cosa che desta sospetti è che l'intestazione della busta reca i riferimenti del comune di Acireale che nulla centra con la riscossione delle quote della Camera di Commercio

È il sindaco Roberto Barbagallo a denunciare il tentativo di truffa che è in atto in questi giorni ad Acireale. Il primo cittadino avverte: "Attenzione, mi dicono che stanno arrivando delle buste con l'intestazione del comune di Acireale, fate attenzione si tratta di una truffa. Sto andando a denunziare il fatto!".

In effetti sembrerebbe trattarsi di un vero e proprio raggiro ai danni dei cittadini. Il contenuto della busta è formato da un bollettino da pagare per fantomatiche quote non versate alla Camera di Commercio. La cosa che desta sospetti è che l'intestazione della busta reca i riferimenti del comune di Acireale che nulla centra con la riscossione delle quote della Camera di Commercio. In passato della vicenda, arrivata a livello nazionale, si era occupata la trasmissione televisiva "Le Iene". L'altra anomalia sta nel fatto che i corrispettivi dovuti alla Camera di Commercio si pagano ormai da anni tramite il modello F24 e non con bollettini postali.

Per qualsiasi chiarimento è bene contattare direttamente la Camera di Commercio di Catania al numero telefonico 095 736 1111.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa dei bollettini, anche ad Acireale arrivano buste sospette

CataniaToday è in caricamento