Via Duca degli Abruzzi, "ripuliamo Catania": caccia ai manifesti abusivi

L'iniziativa odierna è stata portata avanti dal consigliere della seconda circoscrizione, Marco di Blasi, e dal neo consigliere comunale Ausilia Mastrandrea, grazie al supporto di un gruppo di volontari

"Ripuliamo Catania": questa l'iniziativa portata avanti nella giornata odierna dal consigliere della seconda circoscrizione, Marco di Blasi,  e dal neo consigliere comunale Ausilia Mastrandrea.

"Armato" di raschietto, olio di gomito e tanta forza di volontà, un gruppo di volontari si è dato appuntamento di fronte alla sede della seconda municipalità, in via Duca degli Abruzzi. Rimossi manifesti, adesivi e cartelloni abusivi nel corso della mattinata.

Un'iniziativa forte e incisiva, mirata non solo a ripulire la città, ma anche a sensibilizzare l'opinione pubblica. Come afferma il neo consigliere comunale Ausilia Mastrandrea, infatti,  "Ciascuno di noi deve riflettere consapevolmente su comportamenti da tenere per rendere Catania vivibile per ogni cittadino"

"L'iniziativa esprime la voglia di restyling della città prensente in tutti noi - continua Mastrandrea - oltre ad essere un modo per sensibilizzare la cittadinanza al tema dell'affissione, in questo caso, di manifesti pubblicitari non regolamentari"

Dello stesso avviso il neo consigliere della seconda municipalità Marco di Blasi, che mira ad un coinvolgimento della popolazione all'iniziativa: "Dovere di pulizia da un lato e senso civico dall'altro, che deve essere supportato anche da interventi di controllo e vigilanza per far si che le regole vengano rispettate, e nello specifico per mantenere pulita la città da affissioni selvagge"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento