Via Grotta Magna, dopo due settimane l'impalcatura crollata è ancora lì

Legno e cavi d'acciaio che da oltre 7 giorni restano in equilibrio precario rischiando di colpire i passanti oppure di collassare definitivamente sulla strada e sulla vicina chiesa dei Cappuccini

L’impalcatura crollata dal palazzo abbandonato di via Grotta Magna è sempre lì dallo scorso 2 ottobre. Numerose sono state le segnalazioni da parte dei lettori e nessun intervento è stato fatto. L'appello adesso arriva dal presidente della commissione comunale alla Viabilità Carmelo Sofia.

Per garantire la sicurezza nel quartiere dei Cappuccini, per assicurare una viabilità scorrevole in tutta la zona di via Plebiscito è fondamentale eliminare l’impalcatura crollata dal palazzo abbandonato di via Grotta Magna. Legno e cavi d’acciaio che da oltre 7 giorni restano in equilibrio precario rischiando di colpire i passanti oppure di collassare definitivamente sulla strada e sulla vicina chiesa dei Cappuccini.

"Chiedo al Sindaco - dichiara Sofia - di attivarsi immediatamente e fare in modo che l’area venga definitivamente messa in sicurezza. Oggi sotto l’impalcatura transitano le persone che devono raggiungere via Plebiscito. Un’arteria sempre molto trafficata ad ogni ora del giorno e della notte perchè ci troviamo a pochi passi dall’ospedale Vittorio Emanuele, da piazza Palestro e dal Monastero dei Benedettini. Un rischio continuo che va eliminato definitivamente. In seguito bisogna adoperarsi per eliminare anche questione dell’edificio abbandonato ridotto ad una pattumiera a cielo aperto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento