Belpasso: troppi furti e pochi agenti, arrivano i vigilantes privati

Gli agenti di polizia sono troppo pochi, i furti aumentano, serve un rimedio urgente. Così la giunta municipale di Belpasso ha deliberato l'istituzione di un servizio di vigilanza armata notturna da parte di istituti di vigilanza privata

Gli agenti di polizia sono troppo pochi, i furti aumentano, serve un rimedio urgente. Così la giunta municipale di Belpasso ha deliberato l'istituzione di un servizio di vigilanza armata notturna da parte di istituti di vigilanza privata. Lo ha reso noto il sindaco Carlo Caputo. "Abbiamo richiesto - ha detto Caputo - piu' volte alla Prefettura maggiori controlli, ma gli uomini in campo sono davvero pochi". Caputo ha aggiunto che la decisone e' "maturata a seguito della recente escalation di furti e atti illeciti perpetrati ovunque nel territorio di Belpasso" e si e' augurato che l'iniziativa "possa essere un deterrente efficace per i malviventi oltre che un valido supporto per le locali forze dell'ordine".

Nei prossimi giorni l'Assessorato alla Polizia Municipale pubblichera' la gara per la selezione dell'Istituto a cui affidare il servizio di vigilanza notturna, che sarà garantito tutti i giorni dalla mezzanotte alle 5 del mattino fino al 31 dicembre 2015 da guardie giurate collegate via radio con una centrale. Il costo massimale mensile per l'espletamento del servizio e' fissato in 1.500 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento