Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Violenza sulle donne e stalking: eseguite due misure di prevenzione

La polizia ha inoltre eseguito due provvedimenti di sorveglianza speciale nei confronti di 2 rapinatori

Nelle ultime settimane è stata data esecuzione alle Misure di Prevenzione di sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza richieste da Questore ed emesse dalla sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Catania. In relazione alle novità in relazione alle novità legislative introdotte dal Codice Rosso in materia di contratto e prevenzione della violenza sulle donne, le misure sono state emesse nei nei confronti di 2 individui: G. A. S. del '59, soggetto che, nonostante già ammonito dal Questore per atti persecutori e stalking, ha continuato nella sua condotta violenta consistita in pugni, calci e sputi, nei confronti di tre donne ex conviventi delle quali due, a causa delle violenze subite, erano costrette a ricorrere alle cure dei sanitari; e nei confronti di I.A. del '90 soggetto resosi responsabile di atti persecutori e minaccia e maltrattamenti il 16 ottobre del 2019 nei confronti dell’ex convivente che ha minacciato con un grosso coltello dopo aver tentato di entrare presso la sua abitazione. Nonostante sottoposto al divieto di avvicinamento imposto dall’A.G., dopo aver forzato il portone d’ingresso dell’abitazione, ha picchiato l’ex coniuge fuggendo subito dopo.

Nell’ambito dell’attività di contrasto e prevenzione della criminalità locale invece i destinatari della misura di prevenzione sono stati: L.G.C. del '66 soggetto con precedenti per reati contro il patrimonio, resistenza al Pubblico ufficiale e rapina commessa ai danni di un’anziana donna di una somma pari ad euro 1.400 che aveva appena prelevato da un ufficio postale di Catania. Durante le concitate fasi dell’arresto un agente di Polizia rimasto ferito. Altro provvediemento ha investito F.A. del '86 responsabile di svariate rapine ad istituti di credito, esercizi commerciali e distributori di benzina commessi nella provincia di Catania e Messina; in particolare rapina commessa il 16 agosto 2020 ai danni di un supermercato di Tremestieri Etneo, qualche giorno dopo, ovvero il 21 agosto 2020, ha rapinato un distributore di benzina sempre a Tremestieri Etneo. Il 31 agosto 2020 è stato arrestato dalla Squadra di Catania per tentato omicidio doloso, lesioni personali e rapina aggravata poiché sorpreso mentre stava rapinando una farmacia, durante la fuga, con la propria autovettura ha investito un agente di polizia intervenuto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sulle donne e stalking: eseguite due misure di prevenzione

CataniaToday è in caricamento