Welfare, dal 15 marzo in assessorato lo sportello Idea@donnacatania

Nei locali di via Dusmet sarà attivo uno spazio di ascolto e orientamento per le donne in difficoltà, ma anche per le famiglie e i minori che vivono situazioni di disagio

Uno spazio di ascolto e orientamento per le donne in difficoltà volto a favorire percorsi di consapevolezza e riqualificazione delle risorse personali per una migliore integrazione nel tessuto sociale del territorio. E' questo l'obiettivo del progetto e dello sportello Idea@donnacatania presentati nella sede dell'assessorato al Welfare dall'assessore Fortunato Parisi e da Antonietta Petrosino, coordinatrice del Tavolo "Pari opportunità e Violenza di genere" della Rete comunale delle associazioni di volontariato per l'Area del sociale che hanno promosso l'iniziativa. Erano presenti anche Giuseppe Avellino, funzionario del gruppo Reti e Risorse dell'assessorato e le rappresentanti delle associazioni che hanno aderito: Coltiviamo la famiglia, Labirinto a colori, Centro aiuto per la vita, Penelope, Idee a confronto, Iside, Amnesty International.

Il progetto Idea@donnacatania prevede dal 15 marzo, nei locali della direzione Famiglia e politiche sociali di via Dusmet 141, l'attivazione di uno sportello per le donne, ma anche per le famiglie e i minori che vivono situazioni di disagio. Le associazioni metteranno a disposizione personale specializzato per rispondere a esigenze di carattere legale, psicologico, sociale, pedagogico. Lo sportello sarà operativo una volta a settimana, il giovedì mattina e pomeriggio, con la possibilità di una seconda apertura settimanale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"E' un'iniziativa – ha detto l'assessore Parisi - che va oltre l'8 marzo in quanto offre sostegno concreto a chi vive situazioni di fragilità e disagio sociale. E' un'ulteriore azione nell'ambito delle linee di intervento previste dall'amministrazione con la collaborazione fattiva del mondo dell'associazionismo, molto attivo e radicato in città, per favorire la cultura della tolleranza e il rispetto dei diritti delle donne". "Il progetto – ha sottolineato l'avvocata Petrosino, responsabile di Amnesty International Catania e coordinatrice del Tavolo - comprende anche l'attivazione di laboratori formativi di arti e mestieri per la qualificazione professionale e l'inserimento nel mondo del lavoro. Da un lato quindi la tutela dei diritti e dall'altro l'integrazione. E il logo dell'iniziativa evidenzia l'articolazione del progetto attraverso una mimosa e tanti fiori o chicchi quanti sono i servizi offerti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento