Calogero Coniglio confermato alla guida del CNI-FSI

Si è concluso il congresso territoriale della F.S.I.che ha confermato Calogero Coniglio come Coordinatore Regionale del CNI-FSI. Durante il Congresso si è discusso a lungo della manovra “lacrime e sangue” di Monti

Si è concluso il congresso territoriale della F.S.I.( Federazione Sindacati Indipendenti) che ha confermato Calogero Coniglio come Coordinatore Regionale del CNI-FSI. Durante il  Congresso si è discusso a lungo della manovra “lacrime e sangue” di Monti e delle ripercussioni che i tagli del governo stanno avendo sulla sanità. Il sindacato infermieristico consapevole che la crisi economica sta producendo effetti devastanti in tutti i settori, intravede seri segnali di difficoltà sia nel settore infermieristico che nella sanità pubblica e privata in generale con effetti devastati sulla assistenza dei malati.

Il settore che risente maggiormente dei tagli alla sanità – ha dichiarato Calogero Coniglio - è senza dubbio quello dell’assistenza nelle corsie delle UU.OO. di area critica, come rianimazioni, pronti soccorso, UTIC e terapie intensive di tutta la Sicilia dove il carico di lavoro degli infermieri è elevatissimo”.

Presente al congresso anche Vincenzo Messina, confermato nuovamente Segretario Territoriale: “Il sindacato è stato capace di dare ai lavoratori della sanità pubblica, privata e agli enti locali della provincia di Catania, risposte consapevoli e coerenti con la propria missione. Un sindacato portatore di principi e di valori - conclude Messina - che deve tenere vivi con le proprie azioni e di cui deve sempre rendere conto ai lavoratori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Le misure restrittive fino al 31 gennaio per le "zone rosse" della provincia etnea

Torna su
CataniaToday è in caricamento