rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Corsi&Formazione

Archè, la scuola gratuita in cui lavoro e formazione si incontrano

Entro il 30 gennaio gli studenti che stanno completando la scuola media devono scegliere la scuola superiore. A Catania, da circa 30 anni, chi vuole imparare un mestiere ha a disposizione gli 8 percorsi di Archè. Ne parliamo con il presidente, Emilio Romano

Entro il 30 gennaio gli studenti che stanno completando la scuola media devono scegliere la scuola superiore. A Catania, da circa 30 anni, chi vuole imparare un mestiere ha a disposizione gli 8 percorsi di Archè. Ne parliamo con il presidente, Emilio Romano.

"La scuola è il cuore dell’esperienza sociale e umana dei ragazzi nella fase più importante del loro sviluppo - commenta Romano - Per questo mettiamo a disposizione della città un’offerta educativa nel senso più ampio e profondo del termine. Vogliamo educare stimolando i ragazzi a una piena realizzazione di sé, offrendo loro gli strumenti più adeguati a valorizzare, a far emergere, a tirare fuori tutti i loro talenti e desideri e dare loro l’opportunità di trovare più facilmente un lavoro. Educare, infatti, per noi significa accompagnare i ragazzi a guardare la realtà come un luogo carico di bellezza e opportunità per ognuno di loro. Dalle 9.00 alle 13.00 del 21 e del 28 gennaio abbiamo gli ultimi 2 open day e quindi i giovani possono venirci a trovare per mettersi alla prova nei nostri laboratori".

Archè, i corsi

Quali sono i corsi che Archè mette a disposizione dei giovani catanesi che vogliono imparare un mestiere?

"La nostra è una scuola frequentata ogni giorno da 1.000 studenti che, dopo la scuola media, hanno scelto uno degli 8 percorsi proposti. In soli tre anni possono imparare un mestiere e inserirsi nel mercato del lavoro, ma chi vuole proseguire gli studi può iscriversi al quarto anno per conseguire anche un diploma professionale. I nostri studenti possono ottenere una qualifica per diventare informatico, termo-idraulico, cuoco, panettiere / pasticciere, cameriere / barista / barman, meccanico, estetista, parrucchiere / barbiere. Quello di operatore informatico non è il corso classico per lavorare soltanto davanti a un computer, il nostro corso prevede coding, creazione e gestione di app, programmazione, gestione di grafica e social network, insomma tutte quelle competenze digitali molto richieste dal mercato del lavoro".

Il metodo educativo che utilizzate è quello della “Piazza dei Mestieri”. Ciò è importante dal punto di vista educativo, per la grande attenzione che date alle sedi e alle attrezzature, e per il rapporto con le aziende e il territorio.

"Con Piazza dei Mestieri è in atto una fortissima partnership legata a un costante confronto sull’esperienza educativa che facciamo sul campo. Sono in fase avanzata di ristrutturazione nuovi laboratori e aule affacciate anche su un bellissimo giardino, ma questo non basta. Formiamo specialisti nei vari mestieri, preparati anche ad affrontare la complessa realtà che ci circonda. Docenti, tutor, collaboratori, aziende e artigiani sono, insieme alle famiglie, gli attori di questa comunità educante che si costruisce giorno dopo giorno, esperienza dopo esperienza, intorno ai ragazzi. Fondamentale anche il contatto con il mondo del lavoro grazie agli stage. Lavoriamo ogni giorno per costruire questa rete, in modo da avvicinare sempre di più la scuola e il lavoro". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Archè, la scuola gratuita in cui lavoro e formazione si incontrano

CataniaToday è in caricamento