Rischia il licenziamento il manager dell' Asp di Catania, Giuseppe Calaciura

Giuseppe Calaciura, insieme ad altri tre manager delle Aziende sanitarie provinciali (Asp) della Sicilia, rischia il licenziamento per aver sfiorato il budget fissato dalla Regione siciliana

Salute

Giuseppe Calaciura insieme e altri tre manager delle Aziende sanitarie provinciali (Asp) della Sicilia, rischiano il licenziamento per aver sforato il budget fissato dalla Regione siciliana col piano di rientro al momento del loro insediamento.

A rischio di posto di lavoro, quindi ci sono, oltre il responsabile dell'Asp di catania, il manager dell’ Asp di Messina Salvatore Giuffrida, Agrigento Salvatore Oliveri e Siracusa Franco Maniscalco.

Il governatore della Regione Siciliana Raffaele Lombardo, frena, "decideremo nel giro di una settimana, dopo avere fatto le nostre valutazioni rispetto alle relazioni sulle controdeduzioni consegnate dai manager", dice , Lombardo, che ieri ha incontrato i dirigenti delle Asp assieme all'assessore regionale alla Salute, Massimo Russo. "La sanità oggi funziona meglio, e ora se qualche manager non pareggia i conti sara' sanzionato come previsto dalla legge - sottolinea Lombardo - Ieri abbiamo incontrato i manager, abbiamo esaminato le carte. E' gente valida, che e' partita affrontando deficit di centinaia di milioni, ma se anche li porta a meno cinque, dovra' comunque risponderne".

Il governatore allarga le braccia: "Nessuno mette in discussione la loro abnegazione, ma i conti vanno fatti quadrare". Dunque e' probabile il licenziamento per chi non ha centrato l'obiettivo? "Il problema e' proprio questo - sostiene Lombardo - Valuteremo la questione insieme a Russo e i suoi dirigenti perche' durante il vertice di ieri e' stato tutto verbalizzato, dopo di che si arrivera' a una conclusione la settimana prossima".

Parlando di numeri, a Catania il deficit sarebbe di 24 milioni, 16 in più rispetto agli accordi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento