Librino: il palazzo di cemento verrà ristrutturato con i fondi dell'Unione Europea

Il famoso palazzo di cemento, simbolo del degrado a Librino, verrà ristrutturato. E' l'annuncio che fa l'Assessore al Bilancio e Patrimonio Roberto Bonaccorsi. Il finanziamento arriva dalle risorse europee

Il famoso palazzo di cemento, simbolo del degrado a Librino, verrà ristrutturato. E' l'annuncio che fa l'Assessore al Bilancio e Patrimonio Roberto Bonaccorsi.  Il finanziamento, infatti, del progetto di ristrutturazione dovrebbe arrivare dai fondi "Jessica", strumento finanziario Ue.

Secondo quanto dichiarato dall'Assessore, l'ier è quasi ultimato. "Si tratterebbe - chiarisce Bonaccorsi - di recuperare 10mila metri quadrati di uffici e 2mila mq di posteggi". E nel progetto previsto dall'Amministrazione, i locali dovrebbero diventare la sede del Comando dei Vigili Urbani e di tre direzioni comunali.

Se poi- come auspicato da Bonaccorsi - nei locali venisse trasferito anche il commissariato di Polizia, la "bonifica" del palazzo di cemento potrebbe considerarsi quasi un successo annunciato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da qui, però, la polemica sollevata dal Sel, Sinistra Ecologia Libertà. La Sel ha dichiarato in una recente nota: "Appare grave che il sindaco Stancanelli abbia deciso comunque di procedere alla vendita deprezzando ulteriormente i prezzi e ricorrendo alla trattativa privata. Ciò significa che, in deroga a tutte le norme per la trasparenza dell’offerta, l’amministrazione comunale potrà comodamente decidere a quale potentato economico svendere i preziosi immobili, impoverendosi sempre più a tutto vantaggio di qualche renditiere. Sin d’ora Sinistra Ecologia Libertà chiede alla Procura della Repubblica di vigilare sul pieno rispetto delle procedure di trasparenza e legalità, ma riafferma che il sindaco Stancanelli agisce in contraddizione con i più elementari principi di economia e considera scellerata la scelta di procedere alla svendita di una parte importante del patrimonio immobiliare del comune di Catania, cioè di tutti i cittadini catanesi. Il Sindaco ha deciso di svendere a prezzi stracciati immobili di prestigio, abbandonati da anni dalle amministrazioni di centro destra, che invece potrebbero essere utilizzati per rispondere ai bisogni della città. Il comune di Catania infatti, paga annualmente quasi 6 milioni di euro per affitti, una voce che è destinata ad aumentare perché l’amministrazione Stancanelli è ancora oggi, alla ricerca di altri locali per i suoi uffici". E ancora, nella nota, si legge la richiesta: "Sinistra Ecologia Libertà chiede al sindaco Stancanelli, anche alla luce dell’esito negativo della seconda asta pubblica, di annullare la procedura di vendita degli immobili di pregio del comune, pianificandone la ristrutturazione, che è possibile anche in economia, utilizzando le competenze tecniche e le qualificate maestranze del comune, e destinandoli alle attività amministrative ed agli uffici finora in affitto, con un congruo risparmio sulla parte corrente ed un incremento dello stato patrimoniale del bilancio".



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Droga e mafia, altri 4 arresti nell’ambito dell’operazione "Overtrade"

  • Covid, bonus matrimonio: governo Musumeci stanzia oltre 3 milioni di euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento