Nokia Siemens: i sindacati si rivolgono a Stancanelli e Castiglione

I sindacati, attraverso una nota, chiedono ai politici locali di intervenire all'incontro sul caso Nokia Siemens Networks che si terrà il prossimo 25 Luglio a Roma

In una nota indirizza al sindaco Raffaele Stancanelli e al presidente della Provincia di Catania le segreterie provinciali Fiom Cgil, Uglm di Catania e le Rsu aziendali chiedono ai politici locali un loro immediato intervento sul caso Nokia Siemens Networks. Obiettivo è individuare le possibili soluzioni che possano evitare la perdita dei posti di lavoro, oltre che un centro di eccellenza quale quello catanese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Dopo gli ultimi due incontri svoltisi a Milano presso l'Assolombarda è fondamentale l'impegno di noi tutti, istituzioni comunali, provinciali e regionali. Inutile sottolineare che in discussione sono messi, tra Catania e Palermo indotto compreso, oltre 50 posti di lavoro- spiegano in una nota indirizzata a Stancanelli ed a Castiglione, Fiom e Uglm, e la Rsu della Nokia Siemens- il negoziato ci consegna un’ opportunità: quella di aver ricevuto la convocazione per un incontro dal Ministero dello Sviluppo Economico il prossimo 25 Luglio a Roma. Saranno presenti oltre al Ministro, all’azienda e alle organizzazioni sindacali, anche una rappresentanza della Regione Lombardia, della Provincia di Milano e del Comune di Cassina de’ Pecchi. Sarebbe fondamentale la presenza delle autorità locali siciliane per ribadire l’importanza del mantenimento della sede NSN a Catania e per formulare concretamente la disponibilità degli enti locali, in collaborazione con il Ministero dello Sviluppo economico, a trovare soluzioni che facciano recedere l’azienda da tale decisione e permettano di realizzare alternative a vantaggio del territorio e dei lavoratori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparatoria in viale Grimaldi, coinvolte almeno sei persone: due i morti

  • Cancro al colon-retto, nuova tecnologia per la diagnosi precoce

  • Dopo una festa alla Playa accusa i sintomi del Coronavirus, minorenne positivo in isolamento domiciliare

  • Sparatoria in viale Grimaldi, si indaga per il movente: c'erano anche bambini in zona

  • Aeroporto, hostess con febbre: attivata la procedura di biocontenimento

  • Coronavirus, Catania resta la città più colpita in Sicilia: +10 nuovi contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento