Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Catasto dei soprassuoli: continua l'infinita disputa, il consiglio non lo voterà

Anche esponenti della maggioranza hanno detto chiaramente che senza l'inserimento delle aree di Cibali colpite da incendio non voteranno l'atto

Era anche arrivata una nota stampa che annunciava l'approvazione del catasto dei "terreni bruciati" ma si era trattato di un errore poi rettificato. L'aula non ha ancora approvato il tanto discusso documento che da mesi e mesi "scotta".  La vicenda si trascina da quasi due anni e sembra essere senza soluzione: da una parte c'è il Movimento Cinque Stelle che ha denunciato come nell'elenco delle aree colpite da incendio, e quindi non edificabili, non vi sia una vasta area di Cibali che potrebbe essere oggetto di speculazioni edilizie. Un lungo confronto tra carte, documenti e pareri non ha portato a nessuna soluzione e dopo la vicenda - discussa e contestata - dell'Eurospin di via Sabato Martelli Castaldi  proprio a Cibali, anche i consiglieri di maggioranza hanno sollevato più di una perplessità.

Ieri, per l'ennesima volta, la votazione sul catasto dei soprassuoli è andata a vuoto ma inequivocabili sono state le parole del capogruppo di maggioranza (Grande Catania) Sebastiano Anastasi: "Dobbiamo dire la verità: il consiglio comunale diserta la delibera poiché chiede che venga inserita l'area di Cibali. Un'area che potrebbe essere oggetto di speculazioni e quindi la volontà del consiglio è chiara. Se l'amministrazione non trova un escamotage per inserire quest'area nel catasto mi troverò costretto a bocciare l'atto".

Oltre al tema dei soprassuoli in consiglio si è affrontato il tema delle parti opportunità. Sette sono state le proposte dai componenti della VIII commissione consiliare "pari opportunità"  presieduta dallo stesso Sebastiano Anastasi. Questi gli argomenti: azioni di pari opportunità locali e in gemellaggio; azioni di vigilanza e promozione sul tema pari opportunità nella pubblicità cittadina; piano territoriale dei tempi e degli orari come strumento di pari opportunità; lotta allo sfruttamento della prostituzione  contro la tratta di persone nella città di Catania; potenziamento e supporto consultori familiari; programmi e azioni a sostegno delle donne disabili; mobilità delle donne e pari opportunità.

E' stata anche approvata la mozione che chiede all'amministrazione "di rientrare a far parte di socio nella struttura interporti siciliani spa al fine di essere parte integrante dello sviluppo dell'interporto, al centro di un sistema di logistica smart che renderà, mediante il Polo intermodale di Bicocca, un'opportunità imperdibile di sviluppo per la città di Catania”, a firma dei consiglieri Bartolomeo Curia e Graziano Bonaccorsi. 

"Speriamo che il sindaco Pogliese ne farà tesoro per entrare azionista socio di interporti a margine di essere protagonista di una logistica intermodale più importante della Sicilia", ha detto Curia. Infine approvata una mozione proposta da Forza Italia per la riqualificazione dell'area fitness interna Boschetto della Playa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catasto dei soprassuoli: continua l'infinita disputa, il consiglio non lo voterà

CataniaToday è in caricamento