Discoteche, interviene la Lega: "Sosteniamo gli imprenditori"

Il coordinatore della Lega Giovani Alessandro Lipera è intervenuto per proporre una piattaforma di proposte per aiutare il settore a fronte della crisi in atto

Il coordinatore della Lega Giovani Sicilia, nonché commisario cittadino etneo, è intervenuto per dare voce alle tante preoccupazioni dei proprietari e dei gestori delle discoteche cittadine che soffrono la crisi dovuta alla pandemia in atto.  La sponda arriva dalla Camera dei Deputati, dove l’onorevole Luca Toccalini, coordinatore
federale Lega Giovani, sta portando avanti le istanze di imprenditori e lavoratori di questo settore, oltre 400.000 in Italia considerando l’indotto, il tutto per un fatturato di circa 4,5 miliardi di euro.

Tra le proposte individuate con imprenditori e associazioni di categoria troviamo il ripristino dei voucher cartacei per il lavoro occasionale; la creazione di reali ed ulteriori garanzie sulla proroga della cassa integrazione in deroga; la pace fiscale; l’estensione del credito di imposta previsto dall’articolo 56 del decreto Cura Italia, anche in relazione agli immobili accatastati come categorie D3 e D8; la sospensione di costi fissi quali le utenze, luce, gas, occupazione suolo pubblico, con possibilità di rateizzarle sul lungo periodo.

"Servono risposte immediate – prosegue Toccalini – per la sopravvivenza dei locali, per il mantenimento dei posti di lavoro e per una ripartenza in sicurezza. Siamo al fianco – conclude Lipera – di tutti gli imprenditori del settore, sono un fiore all’occhiello che hanno reso la movida catanese la migliore e più florida del Sud Italia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento