rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Politica

Emergenza rifiuti, Torrisi (Pd): "Comune ha promesse strade ripulite entro 72 ore, staremo a vedere"

La nota del delegato del Pd alla città di Catania all'indomani del tavolo di crisi in Prefettura: "Abbiamo ricevuto risposte, rassicurazioni e promesse tra 72 ore capiremo se ad esse faranno seguito impegni concreti o sono solo parole"

"Abbiamo partecipato  - spiega in una nota Jacopo Torrisi, delegato Pd alla Città di Catania -  al tavolo in Prefettura insieme all’amministrazione comunale, all’assessorato regionale all’Ambiente, alle sigle sindacali, all’onorevole Paxia ed alle associazioni più rappresentative. Ci ha appassionato poco il solito e stantio balletto delle responsabilità. Ma abbiamo ricevuto alcune garanzie: il comune e l’assessorato regionale dicono di aver individuato una discarica disponibile che nell’immediato (entro tre giorni) consentirà lo sgombero totale dei rifiuti dalle strade cittadine".

"Nel lungo periodo - aggiunge Torrisi -  abbiamo chiesto insieme a tutti gli altri una adeguata campagna informativa per aumentare i livelli della differenziata e portarli al pari anche delle altre realtà siciliane che sono tutte più avanti di Catania. Anche su questo l’assessorato regionale si è impegnato a contribuire per una indispensabile campagna di educazione civica e di informazione su come fare al meglio la differenziata. Abbiamo ricevuto risposte, rassicurazioni e promesse tra 72 ore capiremo se ad esse faranno seguito impegni concreti o sono solo parole".

Bonaccorsi (M5s): "No all'aumento della Tari"

A rincarare la dose ci ha pensato il consigliere del gruppo M5S, Graziano Bonaccorsi che si è soffermato sulla convocazione prevista per domani in Consiglio comunale per l'approvazione della maggiorazione della Tari del 18%: "Ieri, in prefettura, ho partecipato al tavolo tecnico convocato da sua eccellenza il prefetto, dott.ssa Librizzi, per discutere della grave crisi dei rifiuti, una condizione che sta mortificando da troppo tempo l'intera città. Al tavolo erano presenti i sindacati, le forze politiche e le associazioni di categoria, il vice sindaco, l'assessore Barresi e l'assessore regionale Baglieri. Inutile raccontarvi del penoso scarica barile al quale abbiamo assistito; soprattutto, evito di soffermarmi sulle dichiarazioni dell'assessore Baglieri! L'unica cosa che vi dico è che avevo chiesto di trovare delle alternative all'aumento della Tari, una soluzione politica e pratica per evitare di caricare ulteriori costi ai cittadini, che pagano le tasse per un servizio penoso  Risultato? Oggi è arrivata la convocazione per la trattazione e l'approvazione della maggiorazione Tari del 18%. Vi ricordo che vi è stato già un aumento votato in aula nel 2019 (mai votato dal sottoscritto e dal gruppo M5S) e ricordo bene che l'assessore Barresi, quando era un semplice consigliere comunale, si oppose e non votò! Oggi le cose vanno al contrario ma noi non voteremo mai questa follia! Cari cittadini, vi aspetto domani alle 19.00 in consiglio comunale! No all'aumento della Tari!"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza rifiuti, Torrisi (Pd): "Comune ha promesse strade ripulite entro 72 ore, staremo a vedere"

CataniaToday è in caricamento