Nicolosi, il sindaco: "Riapriamo la porta dell'Etna in tutta sicurezza"

Il messaggio del primo cittadino ai tanti visitatori e agli appassionati della "montagna"

Nicolosi riparte. E' questo il messaggio che lancia il primo cittadino della “Porta dell’Etna” e torna una vasta offerta: dall’enogastronomia, alle escursioni guidate; dallo sport, alle attività family friendly. Ambienti pubblici, all’aperto e al chiuso, sanificati e ampi spazi per consentire il distanziamento sociale Nicolosi riparte e si prepara nuovamente ad accogliere i visitatori in tutta sicurezza. Il sindaco Angelo Pulvirenti, di concerto con l'amministrazione e le associazioni di categoria, vuole fare ripartire la città e il circuito di attività commerciali che negli anni hanno reso Nicolosi un vero e proprio brand.


“Ringrazio tutti gli imprenditori e gli esercenti che svolgono attività sul territorio e per il territorio – dichiara il primo cittadino Pulvirenti – insieme ai quali, ci siamo impegnati alacremente per riaprire in tutta sicurezza, ponendo grande attenzione verso la tutela della salute di chi animerà le nostre strade e i punti di ritrovo. Adesso è tutto pronto per cominciare una nuova stagione, grazie ad una implementazione dei sistemi di prenotazione da remoto, che eviteranno gli assembramenti per le attese; la distribuzione di protezioni individuali, come l’igienizzante per le mani e le mascherine, che dovranno essere utilizzati in tutti i luoghi pubblici e anche all’aperto; senza dimenticare la ridefinizione degli spazi interni ai locali, per consentire le dovute distanze tra le persone. È forte la voglia di recuperare il tempo perduto, di rialzarsi dopo lo tzunami economico causato dalla pandemia e fare tesoro degli insegnamenti derivanti dall’esperienza della quarantena”.

“Manca poco e, dal 14 giugno, – spiega Umberto Marino, presidente Cai, sezione Catania - torneremo ad effettuare le visite guidate di gruppo. Noi guide turistiche, siamo lieti di riprendere a svolgere con passione il nostro lavoro, con le mascherine sempre sul volto. Per queste prime escursioni, cercheremo di non allontanarci troppo, in quanto non è ancora consentito l’utilizzo dei bus per i gruppi numerosi. Potremo sfruttare solo le macchine che consentiranno lo spostamento, pienamente sicuro, di poche persone, con cui percorreremo insieme, e nel rispetto dei protocolli igienico-sanitari, tra le varie destinazioni, il sentiero Silvestri, che collega Nicolosi ai monti Silvestri; e poi ancora Piano Vetore, senza dimenticare il Rifugio Sapienza, con querceti, castagneti e pinete; e gli straordinari paesaggi anche a bassa quota”.


Un progetto virtuoso per ripartire da un territorio fiore all’occhiello del turismo siciliano, meta prediletta di un pubblico eterogeneo, composto da famiglie e da giovani, amanti del clima mite e della natura, in cui viene valorizzata la biodiversità siciliana, grazie ad esperienze di trekking fra i boschi e percorsi fotografici. Inoltre dopo una lunga chiusura forzata, sono già stati compiuti i lavori per rendere nuovamente attivo il parco
comunale, Villa Anselmi, con criteri di sicurezza stabili e definiti.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento