Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica

Pogliese: "Dalla Regione 116 milioni per opere in città: ospedali dismessi occasione per sviluppo"

Il primo cittadino ha chiesto il confronto in consiglio per tracciare il "quadro" degli interventi urbanistici in merito alle strutture ospedaliere non più attive, come il Santa Marta e il Vittorio Emanuele

Il progetto della "discordia" relativo al Santa Marta che era stato presentato dal presidente Musumeci ha aperto con intensità il dibattito sul futuro delle strutture ospedaliere dismesse dopo che, per mesi, era rimasto sotto traccia scavalcato - comprensibilmente - dall'emergenza Coronavirus. Lo scorso 23 gennaio nel palazzo etneo della Regione si era delineato il futuro del Santa Marta con l'abbattimento della parte esterna - considerata una bruttura - per restituire ai catanesi l'edificio realizzato dal Vaccarini.

A seguito della proposta della Regione, con alcuni grossi pilastri e una specie di colonnato dinanzi all'area del Santa Marta, si è tenuto un dibattito con le parti sociali, sindacati, associazioni. Questa mattina il sindaco ha tenuto a chiarire i contorni dei progetti per le aree ospedaliere dismesse partendo dall'assunto che quella per il Santa Marta è "una ipotesi progettuale".

"C'è stata una polemica sul progetto presentato alla stampa - ha detto il sindaco - ma quella era soltanto una idea progettuale. All'architetto Scanella che l'ha realizzata abbiamo chiesto un'altra idea senza il colonnato e chiaramente dopo la demolizione del prospetto del Santa Marta ci interrogheremo su quale sia il progetto migliore".

Inoltre il sindaco ha aggiunto che le scelte urbanistiche per quanto riguarda il Vittorio Emanuele, Santa Marta e Santo Bambino saranno coerenti con quanto stabilito dal consiglio comunale. La parte del Vittorio Emanuele che fronteggia via Plebiscito verrà destinata al museo storico della città mentre un’altra grande parte sarà dedicata a spazi per studenti e residenze universitarie.

"Sono 116 milioni le somme che la Regione mette in campo  per Catania - ha detto Pogliese - a cui vanno annessi quelli ancora più cospicui per la Sanità che sono molti di più. Agli investimenti che riguardano l’utilizzo dei vecchi ospedali, vanno infatti aggiunti i tre parcheggi scambiatori e il nuovo palazzo di giustizia, ma anche il centro direzionale della Regione e altri dieci milioni per la zona industriale. Sono tutti interventi coerenti con le linee guida del Prg che il consiglio che questo consiglio comunale non solo ha adottato ma ha anche contribuito a scrivere con un lungo approfondimento e dibattito".

Per il sindaco l'area del Vittorio Emanuale ha una naturale "vocazione universitaria" e sarà quindi una struttura residenziale per gli studenti anche alla luce dell'incremento degli iscritti all'ateneo e all'apertura di una fermata della metro proprio dinanzi l'ex ospedale. Diversi gli interventi dei consiglieri comunali: Di Salvo ha paventato il rischio di "interventi a macchio di leopardo" citando poi i dubbi sul futuro del Santo Bambino e ponendo la questione su alcuni progetti museali "abortiti"; il capogruppo di Grande Catania Anastasi ha invece chiesto massima attenzione per verde pubblico e spazi per lo sport anche all'interno delle strutture ospedaliere dismesse.

Il pentastellato Graziano Bonaccorsi ha, invece, sottolineato "l'abbandono delle periferie": "Un'opera come il Palazzo della Regione doveva essere realizzata a Librino e non sarà così. In queste periferie catanesi non vuole andare a vivere nessuno e la gente si sposta dalle città verso altri paesi della provincia stante l'abbandono di tante aree urbane".

Ha concluso i lavori l'assessore Enrico Trantino il quale ha parlato di una rigenerazione urbana che deve essere "di prospettiva" ma che deve tenere a mente "quanto già fatto in passato": "Il consiglio aveva dato un indirizzo per la crescita organica e per l'utilizzo di alcune aree, come il Vittorio Emanuele. Ci sono decisioni che non devono dare fastidio. In questa città ci sono stati anni e anni di immobilismo sotto il profilo urbanistico tranne nel caso della fontana di Tondo Gioeni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pogliese: "Dalla Regione 116 milioni per opere in città: ospedali dismessi occasione per sviluppo"

CataniaToday è in caricamento