rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
social

Sicilia tra le regioni finaliste del Gran Premio del Teatro Amatoriale Italiano 2021/2022 della F.I.T.A.

La compagnia siciliana ‘Teatro Stabile Mascalucia Mario Re’ sfiderà dieci compagnie provenienti da altrettante regioni per aggiudicarsi l’ambito trofeo della Federazione Italiana Teatro Amatori. La rassegna sarà ospitata da aprile a ottobre dal Comune di Colleferro, alle porte di Roma

Sarà ospitata da Colleferro l’edizione 2022 del Gran Premio Nazionale del Teatro Amatoriale della F.I.T.A. (Federazione Italiana Teatro Amatori).

L’iniziativa, promossa da FITA Nazionale, organizzata da FITA Roma e FITA Lazio con il contributo del Comune di Colleferro e con il patrocinio della Città Metropolitana di Roma Capitale, è stata presentata giovedì 31 marzo nell’Aula Consiliare della cittadina alle porte di Roma e vedrà protagoniste, da aprile a ottobre undici compagnie provenienti da altrettante regioni vincitrici delle selezioni svoltesi nel 2021: Campania, Lazio, Calabria, Abruzzo, Sicilia, Emilia-Romagna, Veneto, Marche, Lombardia, Liguria e Umbria.

La sfida si svolgerà sul palcoscenico del Teatro Comunale Vittorio Veneto e su quello del Parco del Castello del Comune di Colleferro. La formula del Gran Premio è ormai consolidata: dopo aver assistito agli spettacoli dei più diversi generi provenienti da ogni parte d’Italia, alla giuria spetterà il compito non facile di designare il miglior spettacolo.

Tra le finaliste, la compagnia siciliana ‘Teatro Stabile Mascalucia Mario Re’, che metterà in scena il 16 luglio 2022 alle ore 20.30 al Parco del Castello di Colleferro, ‘Cyrano de Bergerac’ di Edmond Rostand, adattato e diretto da Rita Re, aiuto regia Irene Albergo, le musiche composte dal Maestro Giuseppe Palmeri, tratte dall’album “Pictures”,  scenografia: Mario Rocca, Alfio Nicolosi e Massimo Maria Missiato, costumi: Graziella Villardita e Cettina Poma 

Ritorna così un appuntamento molto atteso dal pubblico, grazie all’impegno della F.I.T.A. la più importante realtà del teatro amatoriale del nostro Paese, con i suoi 25.000 associati e le 1.400 compagnie affiliate. Un traguardo non scontato, ottenuto con un inedito sforzo organizzativo che ha permesso di svolgere le selezioni regionali lo scorso anno nel pieno rispetto delle restrizioni legate all’emergenza coronavirus. La passione per il teatro è così rimasta accesa anche in un periodo difficile di restrizioni e rinunce.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicilia tra le regioni finaliste del Gran Premio del Teatro Amatoriale Italiano 2021/2022 della F.I.T.A.

CataniaToday è in caricamento