rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
social

Ferrara Film Festival - Trionfa il corto catanese 'Solo al cinema' di Marco Pirrello

Il cortometraggio è stato girato al cinema King di Catania ed è stato realizzato grazie a un crowdfunding

“Miglior corto”, “Miglior attore protagonista” e “Migliore Premiere Emilia-Romagna”. Sono i tre premi assegnati dal Ferrara Film Festival a “Solo al cinema”, il cortometraggio a sostegno del cinema scritto e diretto dal regista catanese Marco Pirrello.

Pirrello ha ritirato i riconoscimenti il 18 settembre 2022, nella cornice del Teatro Nuovo di Ferrara, dove si è svolta la serata conclusiva della rassegna. “Solo al cinema” è una produzione della Co-Rent srl di Carlo Sisalli, catanese anche lui, direttore della fotografia del film.


«Non potrei essere più felice - ha dichiarato Pirrello - Per i premi, certo, ma anche per le bellissime parole che sono arrivate da tante persone. In molti mi hanno fatto i complimenti per il progetto, per la scelta di finanziare un film con un crowdfunding e per la decisione di girare un cortometraggio del genere durante la pandemia».

“Solo al cinema” è stato girato il 28, 29 e 30 aprile 2021 nello storico King Multisala di via Antonio De Curtis, a Catania. La sala più antica del capoluogo etneo ancora in attività, nonché unico cinema d’essai in città: come e più degli altri, il King ha molto sofferto a causa delle chiusure imposte dalla pandemia da Covid-19. Il progetto “Solo al cinema” è stato costruito con l’intento di aiutare i gestori nella difficile ripresa delle attività.

Al King è ambientata la storia di Alberto e Francesco. Il primo, interpretato da Francesco Foti, è il gestore del cinema. A vestire i panni del secondo, un senza fissa dimora che - in pieno lockdown - vive di fronte alla saracinesca, è Domenico Centamore, a cui è andato il premio come Miglior attore protagonista al Ferrara Film Festival.

Sul set insieme a loro c’era Ester Pantano, il terzo volto noto che ha prestato la sua professionalità per questo cortometraggio, interpretando la giovane Bianca, figlia di Alberto.


«Ci tengo a ringraziare, oltre agli attori, tutta la troupe che ci ha seguito in questo progetto e che ci ha permesso di arrivare a questo risultato», ha concluso il regista. «Siamo molto contenti ed emozionati per questi premi - ha detto Alberto Surrentino, uno dei gestori del cinema King nonché la persona a cui è ispirato il soggetto del film - Non solo per il lavoro del regista, a cui siamo molto affezionati, ma anche perché è girato nel nostro cinema ed è, letteralmente, un pezzo di noi».

La realizzazione del cortometraggio è stata resa possibile grazie a un crowdfunding, lanciato alla fine di febbraio sulla piattaforma GoFundMe: più di 200 donazioni sono servite per raccogliere circa 14mila euro dei 15mila necessari per garantire la buona riuscita del progetto.

La campagna si è chiusa il 26 aprile e ai fondi dei cittadini si sono sommati quelli delle aziende che hanno creduto in una produzione catanese interamente devota alla cultura. Lo hanno fatto i due main sponsor: l’azienda siciliana Oranfrizer Unifrutti, leader in Italia per la distribuzione di arancia rossa, agrumi e spremute fresche; e il centro medico dentistico catanese Smile Clinic, dell’odontoiatra dott. Fabio Pollaci. 

E gli sponsor: Libreria Vicolo Stretto e Legatoria Prampolini, la beerhouse Mosaik, la start-up della domotica Smartbug, il centro commerciale Centro Sicilia, il Le Dune Sicily Hotel,la No Fade Out radio e la software house Informatic Assistance. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferrara Film Festival - Trionfa il corto catanese 'Solo al cinema' di Marco Pirrello

CataniaToday è in caricamento