rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Volley

Volley femminile B1: l’Hub Ambiente Catania deve rinunciare ancora al PalaAbramo

La struttura di Piazza Spedini è attualmente indisponibile per lo sport in quanto destinata all’accoglienza dei migranti

In un campionato equilibrato e competitivo come la Serie B1 di volley femminile, il fattore casalingo è spesso determinante. Non sono poche le squadre che costruiscono la loro salvezza, e quindi la permanenza nella categoria, tra le mura amiche, ma spesso si presentano situazioni complicate che non è semplice gestire. È il caso dell’Hub Ambiente Catania: come sottolineato nelle ultime ore dalla stessa compagine etnea, sabato 19 novembre 2022 non sarà possibile giochare per la seconda volta consecutiva al PalaAbramo, la struttura scelta a inizio stagione per i match interni catanesi.

È già successo il 5 novembre scorso, quando l’Hub Ambiente ha affrontato il turno casalingo contro la Givova Fiamma Torrese nella palestra della scuola media Malerba. Il PalaAbramo risulta al momento non disponibile, visto che da più di un mese è stato destinato all’ospitalità dei migranti che stanno sbarcando al porto di Catania. Al momento, poi, non è dato sapere quando la struttura di Piazza Spedini potrà essere riaperta alle partite di pallavolo.

La palestra "alternativa" ha comunque portato bene, visto che la prima vittoria stagionale dell’Hub Ambiente è stata ottenuta proprio in questa sede (3-2 contro la già citata Fiamma Torrese). Fra quattro giorni, invece, farà da sfondo al non semplice match contro la Polisportiva 2 Principati di Baronissi. Il PalaAbramo è stato sfruttato per due sole partite, la sconfitta (0-3) contro il Volleyrò Casal De’ Pazzi e il derby con il Fly Volley Marsala (terminato 3-2 per le avversarie).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley femminile B1: l’Hub Ambiente Catania deve rinunciare ancora al PalaAbramo

CataniaToday è in caricamento