Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sant'Agata 2020, Tomasello: "La legalità sarà il nostro vessillo" | Video

Il neo presidente del comitato per la Festa di Sant'Agata, Riccardo Tomasello, spiega in che modo intende riorganizzare le celebrazioni agatine, di concerto con le altre istituzioni. Appassionato d'arte e fervente ambientalista, intende portare a Catania artisti di rilievo per migliorare la qualità dell'offerta turistica durante i festeggiamenti di febbraio

 

Pugno duro contro chi non rispetta le regole: la condanna preventiva di qualsiasi episodio di violenza, anche solo verbale, farà seguito a delle riunioni con i vari comitati, per fare in modo che la processione si svolga senza incidenti. La mente corre a quanto accaduto lo scorso sei febbraio, in occasione della salita di via Sangiuliano. A causa del mancato rispetto delle regole sulla sicurezza, il capovara Claudio Consoli è stato costretto ad annullare uno dei momenti più caratteristici della tre giorni di fede e folklore. Seguirono animate proteste da parte dei "devoti" più scalmanati, che furono definiti senza esitazione "delinquenti" da Monsignor Barbaro Scionti, nel suo severo discorso pronunciato davanti la cattedrale di Sant'Agata. Consoli e Scionti finirono persino sotto scorta, come disposto dal Prefetto per ragioni di sicurezza.

Riccardo Tomasello su questo punto è inflessibile. "Da subito partiranno delle riunioni con tutte le associazioni che fanno parte della Festa di Sant'Agata - spiega - per fare in modo che le regole siano rispettate. Cercheremo di allontanare chi, con le sue azioni, sporca l'onore della nostra città per far si che le celebrazioni e la processione si svolgano serenamente". Massimo riserbo sulle misure che saranno adottate, ma un aiuto concreto potrebbe venire anche dalla tecnologia ed in particolare dai servizi di geolocalizzazione attivi su tutti i moderni dispositivi di comunicazione.

Potrebbe Interessarti

Torna su
CataniaToday è in caricamento