Domenica, 26 Settembre 2021
Attualità

Università, G20 Istruzione: il ministro Bianchi incontra il rettore Priolo

All’apertura dei lavori sulla formazione era presente anche il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Andrea Orlando

Il rettore Francesco Priolo ha accolto oggi, al Monastero dei Benedettini, il ministro all’Istruzione Patrizio Bianchi in occasione dell’apertura dei lavori del G20 sull’istruzione e sulla formazione e il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Andrea Orlando. Nella sede dell’Università di Catania, che ospita il Dipartimento di Scienze umanistiche, oltre al rettore Francesco Priolo, sono intervenuti anche il prefetto Maria Carmela Librizzi e il sindaco Salvo Pogliese. “La dispersione scolastica c'era anche prima del Covid, ma la pandemia ne ha aumentato il tasso. La dispersione è stata esaltata dal Covid". Lo ha detto il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi a Catania per partecipare alle riunioni ministeriali del G20. Il ministro Bianchi ha poi aggiunto: "Siamo di fronte ad una grande fase di trasformazione tecnologica e il rischio è che questo diventi un elemento di separazione fra le regioni del nord e il Sud Italia, tra le grandi città e i piccoli pesi di campagna e di montagna. Se non si eleva il grado di competenza e di conoscenza di tutti i cittadini il Paese non può ripartire. Migliaia di persone in tutta Italia stanno lavorando per portare i ragazzi e le ragazze nelle aule in presenza per l'inizio del nuovo anno scolastico". Il ministro ha poi sottolineato come "da settembre saranno tutti in aula in presenza ma sarà una 'presenza diversa', più matura. Significa, ad esempio, che se un ragazzo non viene a scuola non è un problema di quel ragazzo, ma di tutta la scuola".

Alla riunione ministeriale dedicata all’Istruzione, nell’ambito della Presidenza italiana del G20, interverranno i ministri dell’Istruzione di Italia, Arabia Saudita, Argentina, Australia, Brasile, Canada, Cina, Corea del Sud, Francia, Germania, Giappone, India, Indonesia, Messico, Regno Unito, Russia, Stati Uniti, Sudafrica, Turchia e Unione europea per discutere dell’impatto dell'emergenza sanitaria sui sistemi d'istruzione, sul futuro della scuola e sull'ipotesi di creare percorsi più agevoli di transizione dalla scuola al mondo del lavoro. I lavori si svolgeranno secondo le linee guida della Presidenza italiana del G20: persone, pianeta e prosperità. L’evento odierno segna il culmine del confronto tra i Paesi del G20 sull'istruzione e sulla formazione, iniziato nel mese di gennaio 2021.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, G20 Istruzione: il ministro Bianchi incontra il rettore Priolo

CataniaToday è in caricamento