rotate-mobile
Salute

Mangiarsi le unghie - Conseguenze e possibili rimedi

Si tratta di una cattiva abitudine che colpisce, come gli studi hanno confermato, almeno 2 persone su 10 e soprattutto maschi adulti (20%)

Chi non conosce o non è stato o è ancora 'affetto' dalla sindrome del 'mangiarsi le unghie'. In Italia almeno due persone su 10 nel corso della loro vita hanno avuto questa cattiva abitudine e la continuano ad avere (20% bambini, 45% adolescenti, 20% maschi adulti).

I diversi studi effettuati al riguardo non sono riusciti ancora a capire se classificarlo come un comportamento involontario per combattere lo stress o come un vero e proprio disturbo del controllo degli impulsi.

Questo perchè in alcuni casi il mangiarsi le unghie è dovuto al desiderio di allentare una tensione, in altri casi è un atto inconscio effettuato per esempio durante la lettura di un libro o la visione di un film. 

Altri studi hanno inoltre ipotizzato una base genetica: v'è una maggiore incidenza del problema tra gemelli monozigoti e la presenza in circa il 37% di familiari che avevano lo stesso comportamento.

Mangiarsi le unghie - Caratteristiche e conseguenze

- le unghie si presetano corte, danneggiate ed irregolari

- i frammenti mordicchiati vengono masticati e gettati senza essere ingeriti

- le cuticole si presentano assenti o sfrangiate e ci possono essere anche piccoli sanguinamenti

- uno dei gesti collegati al mangiarsi le unghie è quello di sollevare e strappare la cuticola o la pelle attorono alle unghie; comportamento che favorisce l'infezione nell'area perungueale ed aumenta il rischio di danneggiamento permanente dell'unghia

- paronichia: infiammazione ed infezione della pelle attorno alle unghie

- accorciamento irreversibile delle unghie interessate

- infezione dell'osso sottostante (osteomielite), anche se per fortuna è molto rara

- deformazione dei denti, delle gengive con conseguente arrossamento e sanguinamento

- ingerimento di batteri e/o microbi che sono presenti sulle mani

- per cercare di smettere la soluzione migliore è sempre la volonta del paziente perchè pur essendo presenti in commercio smalti dal sapore sgradevole, cerotti o bende non si riescono a raggiungere spesso risultati soddisfacenti

- nelle donne un ottimo deterrente è rappresentato dall'utilizzo di unghie artificiali

- spesso per risolvere il problema si può fare affidamento a terapie farmacologiche ma che riguardano anche problemi psichiatrici sottostanti

- il Covid-19 ha reso ancora più pericoloso il contatto mani-bocca in quanto le mani possono essere il principale veicolo di diffusione dell'infezione 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mangiarsi le unghie - Conseguenze e possibili rimedi

CataniaToday è in caricamento