Rosacea: cause, sintomi e rimedi

Ad oggi non esiste ancora una cura specifica per debellare del tutto la rosacea, una malattia della pelle che nel mondo colpisce circa 415 milioni di persone

La rosacea è una malattia della pelle che si caratterizza per la presenza di rossore su viso, guance e naso (può estendersi anche alla fronte ed agli zigomi). Si possono verificare anche manifestazioni infiammatorie come papule e/o pustole.

Secondo le stime è un problema che al giorno d'oggi affligge circa 415 milioni di persone nel mondo e che ha effetti non sono dal punto di vista fisico ma anche su quello emotivo (provoca disagio, imbarazzo, poca sicurezza di sè sia nella sfera privata che nel contesto lavorativo).

E' una malattia che colpisce più frequentemente adulti tra i 30 ed i 50 anni, soggetti dalla carnagione chiara (biondi con occhi azzurri), soggetti che presentano una storia familiare di rosacea e adulti che da giovani hanno avuto grossi problemi di acne/cisti/noduli. 

Le cause sono diverse: familiarità, presenza all'interno del sistema immunitario del batterio bacillus oleronius (che viene isolato da un tipo di acaro che abita la nostra pelle, il Demodex, che in una pelle sana non produce effetti), infiammazione causata dalla presenza di un batterio presente nell'intestino (Helicobacter pylori).

Per i dermatologi non è sempre facile effettuare una corretta diagnosi perchè ha molti tratti in comune con altri disturbi della pelle. Di solito la diagnosi si basa comunque su alcuni criteri: flushing (vampate di rossore transitorio della pelle), eritema persistente (presente da 3 mesi nella zona centrale del viso), papule, pustole e teleangectasie (dilatazione dei capillari). A questo bisogna aggiungere sensazione di bruciore, pizzico, seccheza della cute, edema e sintomi oculari, ispessimento della cute del naso e placche.

Il dermatologo per cercare di lenire gli effetti e curare la pelle può prescrivere determinati farmaci (antibiotici nei casi più gravi) da applicare sulla pelle o da assumere per via orale; è consigliabile anche l'utilizzo di una protezione solare. 

La pelle danneggiata può inoltre essere curata con laser, con una specifica abrasione del derma e con l'elettrocauterizzazione. Per gli occhi sono necessari lavaggi specifici così come per le palpebre. 

Ancora oggi però non esiste una cura del tutto specifica, anche perchè in molti casi si tratta di un problema che dura nel tempo dove si alternano periodo di latenza a periodi di grossa manifestazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Musumeci pensa di chiudere tutta la Sicilia: "Paghiamo le conseguenze di Pasqua e Pasquetta"

  • Coronavirus, in Sicilia 1.120 nuovi casi (112 nel catanese) e 9 morti

  • Miniso apre anche a Catania ed offre nuove assunzioni

  • Covid, in Sicilia 1.450 nuovi casi e ricoveri in calo: Catania supera Palermo per nuovi contagi

  • Vaccinazioni senza prenotazioni negli hub per tutti gli over 60 con AstraZeneca

  • Coronavirus, Sant'Alfio diventa zona rossa: a rischio anche Acireale

Torna su
CataniaToday è in caricamento