Corruzione e turbativa d’asta, 8 arresti: coinvolto anche il sindaco di Acireale

Otto persone sono state arrestate dalla guardia di finanza di Catania per corruzione e turbativa d'asta a conclusione di indagini sui Comuni di Acireale e Malvagna

I finanzieri del comando provinciale di Catania, a conclusione di un’indagine coordinata dalla Procura Distrettuale della Repubblica etnea e in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare personale emessa dal Gip del Tribunale etneo, stanno eseguendo 8 arresti (5 in carcere e 3 ai domiciliari) per diversi episodi di corruzione e turbativa d’asta che hanno coinvolto i comuni di Acireale e Malvagna (ME).

Tra le persone destinatarie della misura in carcere anche il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo. I particolari dell’operazione saranno illustrati nel corso della mattinata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento