rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca Acireale

Dopo Barbagallo, nuova intimidazione: testa di capretto davanti casa del deputato D'Agostino

Acireale sembra essere teatro di gravi atti intimidatori. Dopo la bomba carta fatta esplodere nei pressi dell'abitazione del sindaco di Acireale, una testa di capretto con il bossolo di un proiettile conficcato nell'osso è stata appesa al cancello della casa dove abita Nicola D'Agostino, deputato Ars

Dopo la bomba carta fatta esplodere nei pressi dell'abitazione del sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, una testa di capretto con il bossolo di un proiettile conficcato nell'osso è stata appesa al cancello della casa di Acireale dove abita Nicola D'Agostino, deputato dell'Assemblea regionale siciliana attualmente iscritto al gruppo misto.

A darne notizia Luca Sammartino, principale sponsor politico del sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, contro il quale è stata compiuta l'intimidazione di questa notte. Il deputato D'Agostino, alla luce del doppio episodio verficatosi nel giro di poche ore ad Acireale, dichiara: "Il progetto 'Cambiare Acireale' dà fastidio alla delinquenza. Ripristinare la legalità anche nelle forme più piccole ci espone ai rischi. Il sindaco ha già ricevuto due avvertimenti, adesso anche io, ma non ci fermiamo".

"Non posso non sommare - ha aggiunto D'Agostino - quanto accaduto davanti a casa del sindaco e davanti a casa mia. La matrice sarà sicuramente legata all'attivita' amministrativa del comune di Acireale. Il proiettile in testa al capretto è una cosa truce, un grave avvertimento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo Barbagallo, nuova intimidazione: testa di capretto davanti casa del deputato D'Agostino

CataniaToday è in caricamento