rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022
Cronaca

Aligrup, sembrava lieto fine: dietro front delle aziende acquirenti

Le aziende che sembravano interessate all'acquisto dei 27 punti vendita su 52, stanno facendo un passo indietro. I sindacati fanno sapere che il gruppo Abate avrebbe rinunciato

Sembrava risolta la questione per almeno 700 dipendenti e, invece, risalgono a 1600 i lavoratori di Aligrup che rischiano di finire sul lastrico.

Le aziende che, infatti, sembravano interessate all'acquisto dei 27 punti vendita su 52, stanno facendo "dietro front".

I sindacati, infatti, fanno sapere che il gruppo Abate avrebbe rinunciato: avrebbe dovuto acquisire 8 punti vendita  e il supermercato del centro commerciale ‘Le Ginestre’ ma sembra abbia deciso di ritirarsi. E l'esempio potrebbe essere seguito anche dagli altri gruppi acquirenti.

Ad oggi i dipendenti che verrebbero licenziati sono 771. L’elenco, inviato dal liquidatore della società, Maurizio Verona alle sigle sindacali, all’assessorato regionale al Lavoro, alla direzione provinciale del Lavoro di Catania e  alla Confcommercio etnea  prevede il licenziamento di 330 addetti alla vendita, 214 addetti ai reparti freschi e freschissimi, 74 addetti ai servizi e altri 153 impiegati del Centro direzionale.

Adesso si attende la valutazione del perito che dovrà valutare il prezzo congruo per ogni punto vendita.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aligrup, sembrava lieto fine: dietro front delle aziende acquirenti

CataniaToday è in caricamento