Alitalia, Berretta: "Scelte ci danneggiano mentre Crocetta pensa ad altro"

Le parole del parlamentare nazionale del Partito Democratico in merito alla strategia della nuova Alitalia-Etihad di chiudere la sede catanese di Airone e di cancellare dal primo ottobre i voli diretti verso numerose località europee e italiane

“Se un Presidente della Regione mostra totale disinteresse verso le scelte discutibili e dannose di una compagnia aerea come Alitalia, che renderanno ancora più marginale e isolata la Sicilia rispetto al resto del mondo, non si capisce davvero quale sia la sua funzione. Queste sono le vere questioni da affrontare, le vere emergenze di cui si deve occupare il Presidente della Regione Crocetta, che invece pensa ad altro. Il centrosinistra è al governo da due anni, un'occasione storica ma che va utilizzata al meglio, per il bene dei siciliani: se al contrario permane l'attuale stallo politico, amministrativo e burocratico, tanto meglio prenderne atto con sincerità”.

Lo afferma il parlamentare nazionale del Partito Democratico, Giuseppe Berretta, in merito alla strategia della nuova Alitalia-Etihad di chiudere la sede catanese di Airone e di cancellare dal primo ottobre i voli diretti verso numerose località europee e italiane. Il deputato catanese del Pd, che siede anche in Commissione Trasporti della Camera, ha inoltre annunciato: “Coinvolgerò della questione il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi, perché Palermo ma soprattutto Catania sono scali rilevanti sul palcoscenico nazionale e le strategie della nuova Alitalia rischiano di compromettere seriamente i collegamenti verso e dall'intero territorio siciliano”.

“I tagli dei voli diretti che coinvolgeranno Fontanarossa e lo scalo di Palermo danneggeranno i tanti siciliani che per muoversi verso mete lontane non hanno altra scelta se non prendere l'aereo, data la mancanza di collegamenti ferroviari veloci – prosegue Berretta – Una decisione che, tra l'altro, compromette ulteriormente la già disastrosa capacità della Sicilia di attrarre i turisti”. “Un'Isola che potrebbe campare delle proprie bellezze ma che invece non fa nulla per incentivare il turismo – conclude – Chiederemo al Governo nazionale risposte e chiarimenti, ma francamente ci sembra inquietante il silenzio del Presidente della Regione Crocetta”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

Torna su
CataniaToday è in caricamento